Scuola, riapertura per l'ultimo giorno tutti assieme: ecco come funzionerà

La scuola... riapre per l'ultimo giorno dell'anno di studio tutti assieme.
In un primo momento il Comitato tecnico scientifico si era espresso negativamente. A quanto pare, secondo quanto riporta il Viceministro Ascani, in condizioni di sicurezza potrebbe essere possibile.

Zangrillo: 
«Il coronavirus non esiste più». Le sue parole a sorpresa in tv



“Il Comitato Tecnico Scientifico ha chiarito che non è contrario agli incontri tra studenti e docenti per salutarsi per un ultimo giorno di ‘scuola’, purché siano all’aperto e nel pieno rispetto dei divieti di assembramento e delle regole di distanziamento e di protezione individuale. Sono contenta”. Lo rende noto la viceministra all’Istruzione Anna Ascani in un post su Facebook.
 
 

“È una piccola cosa – aggiunge- ma può servire agli studenti a chiudere più serenamente un anno che dal punto di vista delle relazioni è rimasto sospeso. Questo vale soprattutto per i bambini e i ragazzi che cambieranno scuola, compagni e insegnanti, passando dalla scuola dell’infanzia alla primaria, dalla quinta elementare alla prima media o dalla terza media al primo superiore. E per quelli che concluderanno il percorso scolastico con l’esame di stato. Naturalmente l’impegno più importante, quello su cui non si può sbagliare, è la riapertura della scuola a settembre. E ogni nostro sforzo resta concentrato su questo fondamentale obiettivo, affinchè tutti possano tornare a scuola in presenza e in sicurezza”.


“Spero che iniziative del genere – aggiunge Ascani – vengano organizzate, in piena sicurezza, anche oltre la data prevista per la fine delle lezioni, come si sta facendo in diversi comuni. È una piccola cosa – prosegue – ma può servire agli studenti a chiudere più serenamente un anno che dal punto di vista delle relazioni è rimasto sospeso. Questo vale soprattutto per i bambini e i ragazzi che cambieranno scuola, compagni e insegnanti, passando dalla scuola dell’infanzia alla primaria, dalla quinta elementare alla prima media o dalla terza media al primo superiore. E per quelli che concluderanno il percorso scolastico con l’Esame di Stato”. “Naturalmente – conclude la viceministra – l’impegno più importante, quello su cui non si può sbagliare, è la riapertura della scuola a settembre. E ogni nostro sforzo resta concentrato su questo fondamentale obiettivo, affinché tutti possano tornare a scuola in presenza e in sicurezza”.

Ultimo aggiornamento: Domenica 31 Maggio 2020, 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA