Vaccini, oggi l'ok alla quarta dose per over 60. Le regioni si attrezzano: medici, farmacie e hub

Ok Aifa, poi la circolare del ministero darà il via alle somministrazioni

Vaccini, oggi l'ok alla quarta dose per over 60. Le regioni si attrezzano: medici, farmacie e hub

di Enrico Chillè

Chiudete gli hub, anzi no. L'ondata estiva causata da Omicron 5 e dalla fine delle restrizioni impone un cambio di passo. Ma anche di strategia. Oggi arriverà l'ok dell'Agenzia italiana del farmaco e una nuova ordinanza del Ministero della Salute: il sistema vaccinale sarà nuovamente potenziato, con la quarta dose che sarà subito disponibile, probabilmente già da domani, per over 60 e fragili.

Covid, Locatelli: «Il virus non va lasciato correre. Un grave errore aspettare i nuovi vaccini»

I luoghi di somministrazione saranno gli stessi: centri vaccinali, farmacie e medici di base. Fino ad oggi, la quarta dose era disponibile per over 80, immunodepressi e ospiti delle Rsa. La campagna vaccinale per la seconda dose booster, però, non è mai decollata: meno della metà della platea ha infatti scelto di farsela somministrare. Forse perché si attendono i vaccini aggiornati anche alle ultime varianti, più efficaci anche contro l'infezione. Un atteggiamento sbagliato per Franco Locatelli. «Non possiamo ritardare la copertura, abbiamo superato di nuovo la soglia dei 100 decessi giornalieri. La capacità di Omicron di dare una malattia polmonare grave è ridotta, ma non assente», ha spiegato il presidente del Consiglio Superiore di Sanità.

Bollettino Covid di domenica 11 luglio: 79.920 casi e 44 morti, tasso di positività al 26,3%

Diversa l'opinione di Matteo Bassetti. «La quarta dose va fatta a chi ha più di 60 anni, ma non possiamo correre ai ripari ora. Si rischia di fare un flop come per gli over 80 e i fragili» - il punto dell'infettivologo del San Martino di Genova - «Più che una soluzione tampone, servirebbe organizzare in maniera molto rigorosa la campagna vaccinale da settembre in poi. Non possiamo permetterci una partecipazione bassa in vista dell'autunno, o avremo grandissimi problemi».

Polemico anche Walter Ricciardi. Il consigliere del Ministero della Salute e docente all'Università Cattolica ha criticato duramente alcuni colleghi che suggerivano una più libera circolazione del virus, ma anche l'Agenzia europea del farmaco: «Se lo lasciamo correre, rischiamo più ricoveri e decessi. L'Ema è inadeguata, avrebbe dovuto approvare la quarta dose per gli over 60 già mesi fa. Non a caso le ondate sono ripartite tutte dall'Europa».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Luglio 2022, 16:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA