Incidente in auto, si schianta contro un camion insieme alla figlia piccola: Edy muore a 23 anni, salva la bambina

La piccola è stata trasportata in elisoccorso all'ospedale, non è in pericolo. Ferite non gravi anche per l'autista del tir

Incidente in auto, si schianta contro un camion insieme alla figlia piccola: Edy muore a 23 anni, salva la bambina

Incidente mortale a Nuvolera, in provincia di Brescia. La vittima è Edy Berisa, ragazzo di 23 anni, che si è schiantato in automobile contro un camion che proveniva dalla corsia opposta. L'impatto frontale non gli ha lasciato scampo. Salva, quasi per miracolo, sua figlia di un anno che era seduta sul sedile posteriore, legata al seggiolone.

Il giallo di Giuseppina, uccisa nel giorno del suo compleanno: caccia al killer. L'omicidio nell'ex quartiere di Khaby Lame

Incidente in scooter, Alessio non ce l'ha fatta: aveva 16 anni. Morto in ospedale dopo un giorno di agonia

L'incidente

Il fatto risale a giovedì 13 ottobre. Edy era al volante della sua auto, una Renault Clio, e stava percorrendo la strada statale 45bis. Sul sedile posteriore la piccola Rachele, la figlia di un anno avuta insieme a Martina, la compagna con cui conviveva. Stando a quanto ricostruito dal momento dell'incidente, pare che il giovane abbia invaso la corsia opposta, nel tentativo di fare un sorpasso, ma si sarebbe scontrato contro un camion che stava sopraggiungendo, finendo poi fuori strada.

L'impatto è stato devastante. Edy è morto sul colpo, mentre l'autista del tir è rimasto ferito non gravemente. La bambina ne è uscita quasi illesa. Ben legata al seggiolone sul sedile posteriore, se l'è cavata con una piccola contusione ed è stata ricoverata in codice giallo, trasportata con l'elisoccorso. Probabilmente non ricorderà nulla di quello che è successo, ma dovrà crescere senza suo padre.

Chi era Edy Berisa

Edy viveva con la compagna, Martina, con cui aveva avuto la piccola Rachele circa un anno fa. I due si erano fidanzati nel 2020 ed erano andati a vivere insieme un anno più tardi. Il giovane se la cavava con lavoretti saltuari e aveva in progetto di sposare la sua fidanzata. A Gavardo, dove abitava, era conosciuto grazie agli anni passati nelle squadre di calcio locali. Sui social sono già arrivati i primi messaggi di cordoglio. «Adesso veglia sulla tua bimba», si legge in un commento. «Mi mancherai nipotino mio, eri il migliore», scrive lo zio. 


Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Ottobre 2022, 12:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA