Bentornato Wes Anderson: "The French Dispatch" è il nuovo film del regista di Grand Budapest Hotel
di Nico Riva

Bentornato Wes Anderson: "The French Dispatch" è il nuovo film del regista di Grand Budapest Hotel

Cinefili di tutto il mondo, unitevi! Il regista americano Wes Anderson è finalmente tornato: e già dal primo trailer, pare che anche stavolta abbia sfornato un gioiello cinematografico. "The French Dispatch", questo il titolo dell'ultima fatica di Anderson, impreziosita come al solito da un cast stellare. Ma per godere dell'intero spettacolo dovremo aspettare ancora un po': il film uscirà nelle sale il prossimo luglio. 

Leggi anche > Anderson: «Racconto il Giappone attraverso l'isola dei cani randagi»

"The French Dispatch" si presenta come una dichiarazione d'amore al mondo del giornalismo, di cui Anderson è un grande estimatore. La trama si svolge in una cittadina della Francia del XX secolo, all'interno della redazione del "French Dispatch", supplemento settimanale del quotidiano statunitense Evening Sun di Liberty, Kansas. Il giornale, diretto da Bill Murray, presenza quasi fissa nelle pellicole di Anderson, sarà teatro del continuo intreccio di storie dei personaggi, un gruppo di giornalisti americani trapiantati nel Vecchio Continente e i protagonisti degli articoli storici del magazine. 



Lo stile con cui il regista ha abituato i suoi spettatori è rimasto invariato: dalla perfetta simmetria delle inquadrature ai giochi cromatici, senza dimenticare il tipico modo di raccontare la trama, come fosse una favola, mescolando abilmente le vicende dei tanti protagonisti. Già, perché anche stavolta Anderson può contare su numerose stelle del cinema: Tilda Swinton, Benicio Del Toro, Christoph Waltz, Owen Wilson, Timothée Chalamet, Frances McDormand, Jeff Goldblum, Léa Seydoux, Saorsie Ronan, Adrien Brody, Liev Schreiber, Edward Norton, Willem Dafoe e molti altri. 
 

Con i precedenti lavori (in particolare Grand Budapest Hotel, I Tenenbaum e Rushmore), caratterizzati dalla mirabile finezza tecnica e dal travolgente coinvolgimento narrativo, Wes Anderson si è conquistato un posto di tutto rispetto fra i registi più talentuosi e apprezzati della nostra epoca. Non resta che aspettare pochi mesi, prima di ritrovarci nella redazione del "French Dispatch" e scoprire se ancora una volta ha fatto centro. 
 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Febbraio 2020, 20:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA