Decreto Natale, sì alle visite ad amici e parenti anche nei giorni rossi: «Una sola uscita, limite di 2 persone»

Video
di

Il governo alla fine apre alla possibilità di fare visita agli amici e ai parenti durante le festività. Nel decreto Natale varato dal Cdm infatti non è specificata la necessità che vi sia un grado di parentela, come invece era stato ventilato, per consentire le visite. Fermo restando che a soltanto 2 persone è permesso spostarsi verso abitazioni private con la 'derogà per gli under 14 che non vengono conteggiati.

 

 

Questo il testo del Governo: «Durante i giorni festivi e prefestivi compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 lo spostamento verso le abitazioni private è consentito una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, verso una sola abitazione ubicata nella medesima regione e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi».

 

 

Le regole dal 24 dicembre al 6 gennaio

Italia in zona rossa dal 24 dicembre al 6 gennaio, ma solo nei giorni festivi e prefestivi. Negli altri giorni sarà zona arancione. Il coprifuoco resta alle 22. Il testo: «Nei giorni festivi e prefestivi compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 sull'intero territorio nazionale si applicano le misure» del dpcm del 3 dicembre sulle zone rosse, «nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021 si applicano le misure» sulle zone arancioni», si legge nella bozza del nuovo decreto Covid, composto da 3 articoli.

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Dicembre 2020, 09:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA