Brennero, bloccati dalla neve: «In auto da 12 ore, nessuno ci dice niente e il gasolio sta finendo. Ci sono bambini»

Video

di Simone Pierini

«Siamo in macchina da 12 ore bloccati sotto la neve, nessuno ci dice niente e il gasolio sta finendo. Ci sono bambini. Meno male che avevamo il gasolio stanotte altrimenti potevamo morire di freddo». Pino Bucci è in macchina bloccato dalla neve sull'autostrada del Brennero in direzione nord dalle 9 di ieri sera, venerdì 1 febbraio. Da oltre 12 ore è chiuso nel suo mezzo e non ha alcuna notizia dei soccorsi.

Meteo, quanto dura il maltempo: nuova ondata di gelo, per il sole ci vuole pazienza

Lo abbiamo contattato telefonicamente. Due ore e mezzo dopo la nostra intervista qualcosa si è sbloccato: «Finalmente ci spostiamo, qualche metro finalmente - le sue parole in un video - questa è la situazione. Ciao a tutti siamo salvi, forse, speriamo». Una piccola gioia durata poco. Una valanga ha infatti nuovamente bloccato la strada. «Siamo di nuovo fermi e non ci fanno andare avanti verso il Brennero per una valanga che ha bloccato la strada. Stanno lavorando solo dalla parte dell’Austria. Non ci fanno tornare neanche indietro. Un disastro».

Scende per mettere le catene, l'auto slitta e lo investe: morto travolto dalla vettura

Autostrada del Brennero chiusa per neve: 12 km di coda, automobilisti bloccati​

«Mia moglie e i miei figli bloccati da 12 ore. Devono morire in auto?»



«Abbiamo passato la notte in macchina, per fortuna noi abbiamo ancora mezzo serbatoio di gasolio. Ma in molti lo hanno finito e ce lo stanno chiedendo, ma non abbiamo una tanica o qualcosa per aiutarli. Noi siamo in tre con una scatola di biscotti», ci ha detto Pino Bucci. «Ci saranno 400/500 camion, una fila infinita - prosegue - siamo fermi bloccati in quasi mezzo metro di neve. Nessuno ci dice nulla - ha ripetuto più volte - abbiamo telefonato e l'unica risposta che abbiamo ricevuto è "abbiate pazienza", ma come si fa ad averne»
 

 

«Ma come hanno fatto a non prevederlo, qua nevica sempre non siamo in Sicilia - ci ha spiegato ancora - perché non hanno chiuso l'autostrada, le macchine e i camion continuavano a entrare e si è bloccato tutto. Nessuno che ci sa dire niente. Secondo me neanche loro sanno come risolvere il problema. Qui restiamo anche oggi. I mezzi di soccorso non possono passare, forse con una motoslitta»
 


«Dall'altro in direzione c'è una corsia aperta, passa un camion ogni tanto. Ma perché non aprono il guardrail in qualche modo per farci passare e liberarci? - si è chiesto Pino Bucci - non possiamo restare così»


 


Ultimo aggiornamento: Domenica 3 Febbraio 2019, 15:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA