Infermiera aggredita al supermercato da una passante: «Diffondi i germi»

di Alessia Strinati
Un'infermiera è stata attaccata mentre era al supermercato. Kimberley Simpson, di Burton-upon-Trent nello Staffordshire, è stata definita una persona che avrebbe attaccato germi a tutti, solo perché era un'infermiera e avrebbe potuto avere potenziali contatti con pazienti affetti dal coronavirus.

Leggi anche > I genitori fanno bere alla neonata sangue di tartaruga per proteggerla dal covid: muore in casa a 5 mesi

A denunciare l'accaduto è stata la stessa ragazza che ha pubblicato su Facebook un video in cui si vede una donna che l'attacca e che la invita in modo aggressivo ad allontanarsi perché avrebbe diffuso germi. Kimberley era andata a fare spesa direttamente con l'uniforme da infermiera, ma proprio mentre era al supermercato ha notato una donna che la seguiva e dopo oltre 10 minuti ha iniziato ad aggredirla e a minacciarla.

«Mi ha urlato per ben dieci minuti prima che decidessi di filmarla perché mi stava seguendo. Nessuno dello staff nel negozio mi ha aiutato. Mi sento davvero disgustata dal comportamento di questa signora, non ho fatto nulla di male», ha scritto l'infermiera che ha aggiunto che non ci sono prove che le divisa indossate durante il servizio possano essere fonte di contagio per le persone.

Nel filmato, poi rimosso dal social, la donna continua ad aggredire Kimberley dicendole che indossando la divisa avrebbe diffuso germi ovunque e specifica che non si tratta solo di covid. Da regolamento del sistema sanitario inglese gli infermieri non sono obbligati a togliere le divise dopo il servizio, sebbene sia consigliato di farlo. 
 

 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Maggio 2020, 20:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA