Complottista contagiato dal Covid-19 finisce in terapia intensiva con la moglie e si pente: «Attenti a cosa leggete sul web»

di Simone Pierini
Il complottista pentito. Credeva che il coronavirus fosse una bufala inventata dal governo per controllarci. Ha dato credito alle cospirazioni legate al 5G come possibile causa del Covid-19. Per lui la pandemia era soltanto un bluff, poco più di una banale influenza o frutto di qualche complotto mondiale. Ha scelto di non seguire le regole, di non dar perso alle indicazioni sulla quarantena, sul distanziamento, sull'uso della mascherina e su qualunque precauzione necessaria per evitare il contagio. Poi è risultato positivo al test e con lui anche la moglie. Sono entrambi finiti in ospedale con la donna attaccata a un ventilatore in terapia intensiva. Ha toccato con mano il dramma di una malattia invisibile e ha finalmente aperto gli occhi. «State attenti a cosa leggete, alle fake news, ora mi rendo conto che il coronavirus non è assolutamente falso, è là fuori e si sta diffondendo», le sue parole mentre la moglie lottava tra la vita e la morte. 

Leggi anche > Coronavirus, 70 morti e 593 casi positivi in più: due terzi dei contagi in Lombardia, risale l'Emilia Romagna. Boom di guariti​



È la storia di Brian Lee Hitchens, 46enne residente in Florida, che lui stesso ha raccontato attraverso il suo profilo Facebook, ripresa successivamente da testate statunitensi e pubblicata oggi su Il Foglio in un articolo a firma del professor Enrico Bucci, scienziato e docente alla Temple University di Philadelphia. Brian Lee Hitchens era diventato un negazionista del virus, stregato dalle tantissime fake news che continuano a girare nel web e tra i social network. A queste aveva dato credito ignorando i rischi del coronavirus a conferma di quanto la disinformazione sia pericolosa per se stessi e per le persone che ci circondano. 

Dal giorno del pentimento l'uomo ha pensato solo a ringraziare gli infermieri e i medici in prima linea. Attraverso la sua esperienza ha cercato di indirizzare tante persone che come lui danno credito al mondo complottista di aprire gli occhi e di rendersi conto di quanto realmente grave sia questa pandemia. La moglie sta migliorando ma lotta ancora con il virus. Lui invece ne è uscito, risultato negativo ai successivi tamponi. Purtroppo però ora si sta scontrando con altro. Gli stessi complottisti, haters, ora lo hanno messo nel mirino, gli hanno augurato la morte a lui e alla moglie. E lui ha denunciato tutto in un post pubblico.

«Devo solo togliermi qualcosa dal petto stamattina - ha scritto - A tutti voi hater là fuori che mi avete mandato messaggi terribili dicendo che merito di morire, spero che stiate leggendo forte e chiaro questo: "Io sono negativo! Lode al Signore!"». 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Maggio 2020, 20:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA