L'ambulanza, chiamata 3 volte, ritarda: bimbo di 6 anni muore per blocco intestinale

di Alessia Strinati
Per tre volte hanno chiamato l'ambulanza, ma per tre volte si sono visti rifiutare i soccorsi. Sebastian Hibberd è morto per un blocco intestinale diagnosticato molto tardi, proprio perché la famiglia è rimasta inascoltata per tre volte. Notando che il bambino di 6 anni stava peggiorando i familiari hanno chiesto un intervento sanitario, ma l'operatore ha ritenuto la cosa non così grave e ha negato l'invio dell'ambulanza.

Ucciso dalla sigaretta elettronica muore a 24 anni: gli è esplosa in mano
 
Secondo quanto riporta il Mirror, alla quarta chiamata il bimbo è passato dall'essere un codice verde a essere un codice rosso e i soccorsi sono giunti sul posti. La diagnosi era di un blocco intestinale, ma purtroppo è arrivata troppo tardi: per tutto il fine settimana Sebastien aveva avuto forti attacchi di vomito e diarrea, così la famiglia, di Plymouth, nel Regno Unito, si è preoccupata.

Dopo il ricovero in ospedale il bambino non ce l'ha fatta ed è subito scatta un'inchiesta che ha dimostrato come dei soccorsi più tempestivi avrebbero potuto fare la differenza e salvare Sebastien. La famiglia si sta battendo perché vengano riconosciute le colpe agli operatori che hanno negato l'aiuto al figlio, anche se purtroppo nessuno potrà restituirgli la sua giovanissima vita. 
Ultimo aggiornamento: 18:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA