Coronavirus, morto il primo medico nel Lazio: Roberto lavorava come ginecologo

Roberto Mileti è il primo medico del Lazio ad essere morto a causa del coronavirus. Il ginecologo aveva settant'anni  e lavorava alla clinica San Marco di Latina. Da 15 giorni lottava contro il Covid-19 fino a quando non si è spento all'ospedale Santa Maria Goretti.

Leggi anche > Coronavirus, 837 morti e 1.109 guariti in un giorno: trend costante di nuovi casi ma seimila tamponi in più



I suoi colleghi hanno provato ogni tentativo per evitare il peggio, ma non ce l'ha fatta. Mileti era stato uno tra i primi a manifestare i sintomi nella provincia di Latina e ora è la 13esima vittima della provincia.  Mileti si era trasferito nel capoluogo pontino vent'anni fa, ma per molti anni ha lavorato come ginecologo a Roma. La notizia della sua morte ha sconvolto molte persone che hanno deciso di omaggiarlo e salutarlo sui social network.

È stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva perché non riusciva più a respirare da solo. Da qualche giorno sembrava che le sue condizioni fossero migliorate, poi ieri, alle 18, il suo cuore ha smesso definitivamente di battere. Non sarà possibile effettuare le esequie e si parla di celebrare il funerale sui social.
 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Aprile 2020, 00:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA