Funivia del Mottarone, Eitan ha aperto gli occhi e respira da solo: «Questa fase è molto delicata»

Video

Il piccolo Eitan è stato estubato ed è sveglio. Il bambino di 5 anni, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, respira da solo, spiega  il direttore della Città della Salute di Torino, Giovanni La Valle, intervistato da News Mediaset. Il risveglio graduale con cui hanno voluto procedere i medici continua e il piccolo ha anche aperto gli occhi.

 

Leggi anche > Mottarone, tre fermi per strage funivia: «Sapevano che era senza freni, non volevano fermare il servizio»

 

«Per un momento», spiega La Valle, «il piccolo Eitan ha ripreso conoscenza». Al suo fianco, oltre agli anestesisti e agli psicologi dell'ospedale infantile Regina Margherita di Torino, c'era anche la zia Aya, sorella del padre morto. «Questa è una fase molto delicata», hanno detto i sanitari che si stanno occupando di lui nel reparto di Rianimazione, «La notte è passata tranquilla e conferma la stabilità clinica del bambino nonostante le condizioni critiche. Il fatto che siamo riusciti a estubarlo è un fatto positivo». La prognosi del bimbo resta comunque riservata e si attendono le prossime ore per completare il risveglio.

 

 

 

Intanto i corpi della mamma, del papà e del fratellino di Eitan, così come quelli dei suoi bisnonni, stanno per essere rimpatriati in Israele dove tornerà anche il bimbo insieme al resto della famiglia appena la sua condizione clinica lo permetterà.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Maggio 2021, 09:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA