Covid, misure restrittive anti-assembramenti natalizi dal weekend: ecco dove

Video

Il rischio di assembramenti per il periodo natalizio potrebbe portare delle restrizioni anche a partire dal prossimo weekend. Non si tratterà di provvedimenti del Governo che ha chiarito che deciderà solo in merito ai giorni di Natale e Capodanno, ma potrebbero essere le Regioni stesse ad attuare misure più severe.

 

 

L'ultimo weekend prima di Natale è tradizionalmente uno di quelli che più riempie strade e piazze proprio per fare le ultime compere prima delle feste, per questo il rischio che si creino assembramenti è molto alto. «In questo weekend non penso che rivedremo le stesse situazioni della scorsa settimana. I sindaci e i presidenti di Regione si attiveranno e questo darà dei risultati», ha commentato la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, intervenendo a The Breakfast Club su Radio Capital. Da Dpcm ai governatori delle Regioni è permesso adottare ulteriori misure più stringenti. Potrebbero quindi essere proprio i vari governatori o sindaci a limitare l'accesso a strade e piazze per evitare che si creino folle. 

 

 

IL VENETO SI MUOVE

Luca Zaia in Veneto aveva già attivato un'ordinanza anti-assembramento per disciplinare meglio gli accessi ai locali pubblici, ma vista la situazione e l'aumento dei contagi ne ha annunciata un'altra per limitare gli spostamenti che entrerà in vigore già a partire da sabato 19 dicembre e fino al 6 gennaio. Anche tra i sindaci c'è chi annuncia norme più severe, come Mattia Palazzi, primo cittadino di Mantova che ha parlato di un'ordinanza comunale finalizzata a limitare le grandi folle nelle vie e nelle piazze. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Dicembre 2020, 16:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA