Conte, gaffe in diretta durante la conferenza stampa: «Zona rossa dal 21 dicembre». La data è sbagliata

Video

«Zona rossa dal 21 dicembre al 6 gennaio». Queste sono state le parole del premier Conte durante la conferenza stampa di ieri sera in cui illustrava le restrizioni che avrebbero coinvolto gli italiani per le feste di Natale. Limitazioni di spostamenti, di assemramenti, di aperture dei negozi. Ma sulle date si è fatta un po' di confusione.

 

 

Inizialmente Conte ha parlato del 21 dicembre, spiegando poi nel dettaglio i giorni di zona rossa cioè 24, 25, 26 e 27 e 31 dicembre e di 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio. Si è trattato probabilmente di una svista, una gaffe che inizialmente ha creato confusione in chi ascoltava. Dall'analisi del decreto sembra infatti essere confermato che la zona rossa in Italia inizierà dal 24 dicembre e si alternerà a giorni di zona arancione per tutto il periodo natalizio, fino al 6 gennaio.

 

Resta comunque l'obbligo, secondo vecchio Dpcm di non potersi spostare tra Regioni proprio a partire dal 21 dicembre se non per motivi di necessità, lavoro o salute. Consentito il rientro presso domicilio e residenza. 


Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Dicembre 2020, 11:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA