Vaccino Novavax annuncia efficacia 89,3%. Neutralizza le varianti inglese e sudafricana

Video
di Simone Pierini

Novavax, una società biotecnologica che sviluppa vaccini di nuova generazione per malattie infettive gravi, ha annunciato oggi che NVX-CoV2373, il suo candidato vaccino anti Covid a base proteica, ha raggiunto l'endpoint primario, con un'efficacia dell'89,3% al termine della sua sperimentazione clinica di fase 3 condotta nel Regno Unito. Lo studio ha valutato l'efficacia durante un periodo ad alta trasmissione e con il nuovo ceppo variante del virus che è emerso ed è ampiamente in circolo.

 

Lo studio è stato condotto in collaborazione con la task force del governo britannicosui vaccini. Novavax ha anche annunciato i risultati positivi del suo studio di Fase 2b condotto in Sud Africa. La commissione europea ha già avviato e concluso dei colloqui esplorativi con Novavax per ampliare il portafoglio diversificato di vaccini da garantire agli Stati membri.  

 

 

«NVX-CoV2373 è il primo vaccino a dimostrare non solo un'elevata efficacia clinica contro Covid-19, ma anche una significativa efficacia clinica contro entrambi le varianti britannica e sudafricana», ha detto Stanley C. Erck, Presidente e Amministratore Delegato, Novavax. «NVX-CoV2373 ha il potenziale per svolgere un ruolo importante nella risoluzione di questa crisi globale della salute pubblica. Non vediamo l'ora di continuare a lavorare con i nostri partner, collaboratori, investigatori e autorità di regolamentazione in tutto il mondo per rendere disponibile il vaccino il più rapidamente possibile», ha aggiunto. 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Gennaio 2021, 23:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA