Coronavirus, chi viaggia per affari potrà evitare la quarantena nel Regno Unito

Coronavirus, chi viaggia per affari potrà evitare la quarantena nel Regno Unito

Chi viaggia per affari potrebbe evitare la quarantena prevista per chi arriva in Inghilterra da alcuni paesi "critici". A causa della seconda ondata dell'epidemia di coronavirus, alcuni paesi, come il Regno Unito, hanno stabilito che chi arriva nel proprio territorio da nazioni con un alto tasso di contagi deve rimanere isolato per 14 giorni prima di poter circolare liberamente.

 

Leggi anche > Covid, il Regno Unito aggiunge le isole Canarie, Mykonos e le Maldive nella lista dei viaggi quarantine-free

 

Pare però che chi viaggia per affari e lavoro sia esonerato. Secondo alcuni rapporti, dirigenti, banchieri senior e operatori economici potrebbero essere esentati dalle restrizioni di quarantena di viaggio del Regno Unito per promuovere le imprese sul territorio prima che il periodo di transizione della Brexit scada il 31 dicembre. Secondo quanto riporta il Telegraph le linee guida sono ancora in fase di elaborazione ma potrebbero  far cadere completamente il periodo di autoisolamento per alcune fasce di lavoratori.

 

Il segretario degli affari, Alok Sharma, ieri ha detto di essere "solidale" con l'idea di una deroga per le figure della City che hanno bisogno di viaggiare per affari, poiché il governo cerca di "promuovere la Gran Bretagna globale". All'inizio di questo mese, Boris Johnson ha istituito una task force per valutare la politica del Regno Unito su viaggi, quarantena e test aeroportuali. È chiaro che potrebbero esserci nuove linee guida per ridurre l'isolamento a sette giorni, già a dicembre.

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Ottobre 2020, 16:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA