Roma, ragazzo morto a 300 all'ora sul Gra: il blitz all'alba della polizia per cancellare il murale

Video

servizio di Emilio Orlando - video Davide Fracassi / Ag. Toiati

Periferia estrema di Roma. Villaggio Falcone. L’imponente schieramento per il ripristino della legalità è arrivato subito dopo l’alba. È scattato alle sei in punto il blitz della polizia della questura e del distretto del Casilino a Ponte di Nona per la cancellazione del murale in via Raoul Follerau, realizzato nottetempo per commemorare la morte di Nicholas Orsus Brischetto.

 

Resta senza benzina in autostrada e esce dall'auto per chiedere aiuto: travolto e ucciso da un camion a 24 anni

L'incidente fatale

Il ventunenne di etnia rom è deceduto lo scorso 19 luglio, dopo essersi schiantato a 300 chilometri orari mentre percorreva il Gra a bordo di una potente Audi R8.  L’operazione, disposta dal Prefetto Matteo Piantedosi ha visto la partecipazione dei carabinieri della compagnia di Tivoli, della stazione di Settecamini e della Polizia Roma Capitale. La strada in tempi normali è una fiorente piazza di spaccio della droga.

 

Ultimo aggiornamento: Sabato 30 Luglio 2022, 09:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA