Bebe Vio: «Sono le donne il bello dell'Italia e tutta questa violenza non ci fermerà. Un mio sogno? Un selfie con la Regina Elisabetta»
di Marco Lobasso

Bebe Vio: «Sono le donne il bello dell'Italia e tutta questa violenza non ci fermerà. Un mio sogno? Un selfie con la Regina Elisabetta»

La Ragazza Magica ha un'energia infinita. Dal 2014, da quando gareggia nella scherma paralimpica, Bebe Vio ha vinto tutto: Europei, Mondiali e oro olimpico a Rio nel 2016 nel fioretto, la sua specialità. La sua forza fisica e mentale le ha permesso di diventare una delle donne italiane più seguite e amate di questi anni. Non si tira mai indietro, soprattutto se si parla di temi che le stanno a cuore.
Ogni giorno le donne italiane sono costrette ad assistere inermi a un femminicidio senza precedenti.
«E' una questione di cultura. Se un uomo picchia una donna o la devasta psicologicamente è prima di tutto un ignorante, che non ha avuto gli insegnamenti giusti per capire quanto male fa e quanto di sbagliato c'è. Io ho un papà e una madre meravigliosi, che mi insegnano ancora adesso ciò che è giusto nella vita: il rispetto, l'educazione. Per combattere la violenza sulle donne c'è da vincere prima di tutto una battaglia culturale. Noi, comunque, non ci fermeremo, non indietreggeremo».
E Bebe Vio continuerà a vincere?
«Sicuro, ma questa volta con le mie compagne. Le voglio portare a conquistare l'oro a squadre alle Olimpiadi di Tokyo 2020. E 'il desiderio più grande che ho».
Lo Zanichelli 2019 ha utilizzato Bebe Vio per descrivere la parola sogno nel nuovo dizionario del 2019.
«Sono la Ragazza Magica mica per scherzo, Jovanotti mi ha dedicato la sua famosa canzone e da quel giorno sono per tutti così. Giusto che sia io a parlare di sogni».
Aspettando le vittorie dell'Italia del fioretto guidata da Bebe, ci sono le calciatrici azzurre che volano nel Mondale.
«Un'emozione incredibile vederle in tivù e tifare per loro. Sono molto amica di Sara Gama. Avete visto quanto è brava e quanto è tosta in difesa? Loro sono fantastiche e hanno appena iniziato l'avventura. Vi faranno innamorare».
Trasformare in realtà i sogni è la specialità di Bebe Vio. Ma è vero che un giorno diventarà presidente del Coni?
«Sì, è un mio sogno. Chissà, potrei dare forza allo sport italiano, offrire tutta la mia esperienza e impegnarmi per le cause degli atleti. Ma ho solo 23 anni. Datemi tempo, è ancora presto».
Il selfie con Barack Obama ha fatto il giro del mondo. La piccola atleta azzurra che beffa Cia e body guard e che diventa amica dell'uomo più potente del mondo. Ce ne sono altri in programma?
«Sì, vorrei farne uno con la Regina d'Inghilterra. Spero arriverà presto un'occasione, ma devo fare presto, Elisabetta non è più giovanissima...».
riproduzione riservata ®
Mercoledì 12 Giugno 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA