Sadghuru a Oggi è un altro giorno: «La terra diventa deserto, sempre meno cibo. Il mio amico Will Smith ha sbagliato, ma...»

Il guru indiano, icona internazionale, racconta l'allarme ambientale, l'esperienza spirituale e l'amicizia che lo lega a Will Smith

Sadghuru a Oggi è un altro giorno: «La terra diventa deserto, sempre meno cibo. Il mio amico Will Smith ha sbagliato, ma...»

Sadghuru, un ospite di fama mondiale per Serena Bortone a Oggi è un altro giorno. Ecco chi è.

Leggi anche > Dalila Di Lazzaro e Manuel Pia, chi sono gli ospiti di Oggi è un altro giorno

Chi è Sadghuru

Vero nome Jaggi Vasudev, il 64enne Sadghuru è un mistico e scrittore indiano, tra i massimi esperti mondiali di yoga e meditazione. Iniziò le prime lezioni di yoga non ancora adolescente, per poi diventare, nel corso dei decenni, un'icona a livello internazionale. Ha anche scritto diversi libri e manuali, molti dei quali best seller a livello globale. Tramite la sua Isha Foundation, Sadhguru ha diffuso la cultura dello yoga in tutto il mondo ed è diventato anche consulente dell'Onu, sia per quanto riguarda la cultura spirituale, sia per l'impegno ambientale e per le sue campagne improntate allo sviluppo sostenibile e contro il consumo indiscriminato di suolo in tutto il mondo. Un impegno che lo ha portato a girare il mondo in moto, per una serie di campagne di sensibilizzazione che lo hanno portato anche in Italia.

Sadhguru: «La terra diventa deserto, produrremo molto meno cibo»

«La parola Sadhguru significa 'guru non istruito', è una descrizione, non un titolo. Significa che io conosco questa parte di vita, dall'origine alla fine, ma non conosco il resto di ciò che è oltre. Ogni secondo perdiamo un acro di terra che diventa deserto, molti agricoltori si suicidano in tutto il mondo. Tutti gli scienziati indicano che entro il 2045 produrremo molto meno cibo, ma la nostra popolazione aumenterà. Tutti sanno il problema ma nessuno interviene» - spiega Sadhguru - «La maggior parte delle persone si lamenterà quando il disastro sarà avvenuto, ma possiamo ancora intervenire: non possiamo lasciare un disastro alle prossime generazioni».

Sadhguru e la prima esperienza mistica

Sadhguru, in Italia, sarà protagonista anche di un evento con personaggi come Malika Ayane e Fabio Volo. «A 25 anni ho avuto la mia prima esperienza spirituale: ero su una collina e per qualche minuto non capivo più cosa fossi io e cosa fosse tutto il resto. Stavo piangendo, ogni cellula del mio corpo era in estasi. Così pensai: "Ora farò in modo che tutto il mondo possa vivere felice". C'è chi dice che siamo troppi su questo pianeta e la popolazione crescerà ancora, ma l'importante è la felicità» - racconta Sadhguru - «Le persone non hanno compreso ciò che hanno raccolto, il nostro corpo è l'accumulo di tutto ciò che abbiamo mangiato e la nostra mente è l'accumulo di tutto ciò che abbiamo vissuto e appreso. In realtà c'è distanza tra noi e il nostro corpo e la nostra mente e la fine della sofferenza si realizza solo riducendola».

Sadhguru e l'amicizia con Will Smith: «Ha sbagliato, ma la violenza verbale è una brutta moda»

Tra i migliori amici di Sadhguru c'è anche Will Smith. Inevitabile parlare quindi della recente lite con Chris Rock: «La situazione agli Oscar è stata senza dubbio spiacevole, ma c'è una violenza anche verbale, parole dispregiative e volgari, specialmente nei confronti delle donne, sono diventate una moda. Sua moglie Jada non sta bene e quelle parole erano fuoriluogo, ma Will ha sbagliato a usare la violenza».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 1 Aprile 2022, 16:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA