L'Amica Geniale torna su Rai1: «Amiche sul set, ma non nella vita. È questo il nostro segreto»

Video
di Marco Castoro

La storia di chi fugge, Elena, e quella di chi resta, Lila, torna in tv da domenica prossima per quattro serate su Rai1. La serie de “L’Amica Geniale” con le due giovani attrici protagoniste, Margherita Mazzucco e Gaia Girace che tanto ha fatto bene nelle prime due stagioni conquistando pubblico e ascolti super. La serie è stata venduta e vista in 130 paesi, conquistando in primis il Nord America e la Cina, come ha sottolineato Lorenzo Mieli, ad di The Apartment che produce la serie assieme a Fandango, Fremantle e Wildside, ovviamente in collaborazione con RaiFiction diretta da Maria Pia Ammirati. 
Nella terza stagione, dal titolo “Storia di chi fugge e di chi resta”, Elena e Lila sono diventate donne. Lila si è sposata a sedici anni, ha un figlio piccolo, lavora come operaia. Elena ha studiato alla Normale di Pisa e ha pubblicato un romanzo di successo. Ora si trovano proiettate negli anni Settanta. Il legame tra le due resta fortissimo ma il periodo storico è complesso. Tra l’altro lo è stato anche per le due giovani attrici. Ci ha pensato l’esperienza di Daniele Luchetti, approdato in questa terza serie in cabina di regia, a spiegare come si viveva tra le manifestazioni, il femminismo e le tensioni politiche e sociali. Ha lavorato molto sul linguaggio. Luchetti ha confessato di aver accettato una sfida non facile, perché adattare la sceneggiatura tratta dal terzo libro del bestseller di Elena Ferrante nelle scene di un set cinematografico è stato laborioso per via dei diversi tempi tra la narrativa e il cinema. 
«Tra noi due – ammettono Gaia e Margherita - continua a esserci un’intesa nella recitazione perché abbiamo deciso di non stabilire un rapporto di amicizia al di fuori del set. Per salvaguardare i personaggi non ci frequentiamo». Chissà, forse è proprio questa la trovata geniale.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 28 Gennaio 2022, 18:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA