Rovazzi e Eros Ramazzotti, da oggi su Youtube il video ufficiale de "La mia felicità"

Video

La grande attesa è finita. Fuori ora su Youtube il videoclip ufficiale de “La mia felicità”, il nuovo singolo di Fabio Rovazzi e Eros Ramazzotti, pubblicato lo scorso 25 giugno per Virgin Records / Universal Music. Considerata già una hit dell’estate, il video del brano è un vero Good Game, leggero campionario di momenti semplici e attimi fuggenti in cui sono state coinvolte 150 persone coinvolte per 7 giorni di riprese in 9 location e 4 mesi di lavoro tra Los Angeles e l’Italia.

 

Måneskin, è record mondiale. Con “Beggin” al 1° posto nelle classifiche di Spotify

 

Il videoclip gravita attorno al concetto salvifico di felicità, prezioso talismano che a volte viene sottratto. Ed è proprio Dru, una creatura di circa 35 cm a metà tra un animatronic e un puppet che nasce dalla visione di Rovazzi, sviluppata con un team di vere e proprie eccellenze internazionali. Dur rappresenta il cuore delle good vibes di cui l’umanità è stata privata. La mission di Rovazzi è riportare a casa Dru e ristabilire l’equilibrio della Terra, tentando di farsi aiutare dall’amico Eros Ramazzotti.

«Ogni volta che affronto un video vengo travolto da mesi di lavoro incessante, è la mia passione, la mia vita. – ha dichiarato Rovazzi – Sono entusiasta di come è venuto questo ultimo lavoro che chiude una trilogia. A guardare indietro mi sembra incredibile vedere da dove siamo partiti e come il lavoro si sia sviluppato in questi anni. Voglio ringraziare tutto il team delle 150 persone che hanno collaborato in Italia ma anche a Los Angeles e rassicurarli…questa volta ho messo il cartello The End alla fine!».

Nello stile di Rovazzi, del tutto innovativo, la trama e gli effetti speciali fanno da padroni nelle principali scene. Ma c'è di più, perchè Rovazzi ha voluto coinvolgere alcuni amici che danno al plot un twist speciale. Ad aprire il sipario c’è Gerry Scotti che va a scovare Rovazzi in un monastero buddista dove sta meditando su come continuare il videoclip precedente, “Perché ho messo To be continued…?”. Gerry gli affida la missione narrata  dalla voce inconfondibile di Luca Ward. Tra un’incursione del produttore Simone Privitera e dell’amico Dani Faiv, non poteva mancare Lillo nelle vesti dell’antagonista, che regala un sorriso alla scena più combat.  Una serie di personaggi che colorano un videoclip già di per sé sbalorditivo a cui partecipa anche Rovazzi di COD, grazie alla collaborazione mondiale con Activision. È la prima volta che un artista italiano diventa un personaggio del videogioco più amato al mondo e il suo Avatar si “droppa” con disinvoltura.

 

Nancy Brilli su Leggo: «Raffaella Carrà, le scarpe e Milleluci» ASCOLTA L'AUDIO

Nello stile di Rovazzi, del tutto innovativo, la trama e gli effetti speciali fanno da padroni nelle principali scene. Ma c'è di più, perchè Rovazzi ha voluto coinvolgere alcuni amici che danno al plot un twist speciale. Ad aprire il sipario c’è Gerry Scotti che va a scovare Rovazzi in un monastero buddista dove sta meditando su come continuare il videoclip precedente, “Perché ho messo To be continued…?”. Gerry gli affida la missione narrata  dalla voce inconfondibile di Luca Ward. Tra un’incursione del produttore Simone Privitera e dell’amico Dani Faiv, non poteva mancare Lillo nelle vesti dell’antagonista, che regala un sorriso alla scena più combat.  Una serie di personaggi che colorano un videoclip già di per sé sbalorditivo a cui partecipa anche Rovazzi di COD, grazie alla collaborazione mondiale con Activision. È la prima volta che un artista italiano diventa un personaggio del videogioco più amato al mondo e il suo Avatar si “droppa” con disinvoltura.

«Rovazzi è un gigante! – ha dichiarato Eros – L’attenzione e la cura che mette nella realizzazione delle sue cose mi piace e oggi come oggi è una rarità. Mi sono divertito molto e trovo il video davvero speciale. Mi piacerebbe molto prima o poi farmi fare un video da lui. Ha inventato un modo nuovo di concepire i videoclip che è veramente unico».

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Luglio 2021, 11:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA