Nancy Brilli su Leggo: «Raffaella Carrà, le scarpe e Milleluci» ASCOLTA L'AUDIO

Video
di Nancy Brilli

Mi ha sempre affascinato questa Regina Pop.
Al punto che ho comprato un paio di scarpe sue, Baby Jane in raso nero col plateau, quelle che Lei indossava in Milleluci per ballare e cantare con l'altissima Mina.
Lo spettacolo era iniziato con la Cantante quasi in pianelle e Lei in mezzo tacco, ma via via che le puntate sconquassavano qualsiasi successo ipotizzabile, i tacchi aumentavano, fino ad arrivare ai ventitré centimetri con suola snodabile ora in mio possesso.
Al punto di fare quasi un buco di scena per farmi spiegare il suo stile specialissimo. Quella volta avevo fatto un commento ad alta voce dietro le quinte, dicevo che ci voleva una personalità molto forte per indossare abiti come il plissettato arcobaleno che aveva quel giorno. Il suo costumista, Luca Sabatelli, mi raccontò che lei, appena si erano incontrati, gli aveva detto: «Tieni presente che io con una tuta di paillettes d'oro mi sento perfettamente a mio agio. Se mi metti il tailleurino beige da signora, sparisco». Ci vuole una sicurezza di sé, una coscienza di ciò che si rende in scena, da veri Maestri, per fare un'affermazione del genere.
Al punto di rimanere basita, tonta proprio, alla notizia della sua scomparsa.
Avrei 1000 cose da dire, su di Lei Ho solo 1000 battute.
Al punto che adesso faccio un brindisi davanti al mare: a te, #RaffaDegliItaliani.

 


(brillisevuoi@leggo.it)

 

-----------------------------------------------------------------------------------------


Nancy Nicoletta Brilli nasce a Roma il 10 aprile del 1964. E' attrice, abbastanza pittrice e regista e molto Capofamiglia. Inizia a lavorare a 19 anni nel film Claretta di Pasquale Squitieri, da allora ha recitato senza interruzione in cinema, teatro, televisione e web. Beh, fino all'inizio del Covid, almeno.


Ultimo aggiornamento: Martedì 6 Luglio 2021, 14:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA