Dargen D'Amico a Domenica In: «A Sanremo volevo farmi squalificare»

La rivelazione del cantante e produttore: "Non salivo su un palco dall'estate 2019"

Dargen D'Amico a Domenica In: «A Sanremo volevo farmi squalificare»

Dargen D'Amico ospite di Mara Venier a Domenica In. Per l'occasione, all'ingresso del cantante e produttore milanese, tutti i presenti, compresa la conduttrice, hanno indossato gli occhiali da sole. Un vero e proprio tratto distintivo per Dargen D'Amico, salito alla ribalta a Sanremo 2022 col brano 'Dove si balla'.

Leggi anche > Sanremo, Ditonellapiaga e Donatella Rettore a Domenica In ammettono: «Sì, c'è stata una notte di fuoco»

In ottica 'FantaSanremo', Dargen D'Amico è sicuramente uno dei cantanti che è andato più oltre. Pur di partecipare, il cantante milanese ha addirittura cambiato il testo del brano (da 'Ciao, zio Pino!' a 'Ciao, zia Mara!'), rischiando la squalifica. «Noi parlavamo solo di zia Mara, avrei voluto essere squalificato perché spesso la squalifica è la miglior forma di qualifica. Il primo giorno, col FantaSanremo, ero partito blando, poi ho ricevuto delle minacce» - spiega Dargen D'Amico - «Aspettavo questo momento da tutta la vita, i sogni vanno inseguiti ma non sforzati. Prima di Sanremo non salvio su un palco dall'agosto del 2019, anche quella è stata una grande emozione. Poi prima di noi c'erano i Maneskin ed ero un po' preoccupato».

Tra i cantautori italiani preferiti di Dargen D'Amico c'è sicuramente Lucio Dalla. E Marino Bartoletti, presente in studio, gli assicura: «Tu gli saresti piaciuto tantissimo, perché riesci a trattare i temi e la vita con grande leggerezza e spensieratezza».


Ultimo aggiornamento: Domenica 13 Febbraio 2022, 16:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA