Maturità, gli orrori dei prof: «Mi parli del teorema di Petrarca»
di Lorena Loiacono

Maturità, gli orrori dei prof: «Mi parli del teorema di Petrarca»

Povero Pitagora, è stato rimpiazzato da Petrarca. Un errore può capitare a tutti. Ma è ovvio che, quando capita a un docente di dire uno strafalcione, per gli studenti scatta la rivalsa. Ancora di più se la castroneria esce fuori proprio durante l'esame di maturità. In quel caso è proprio da ricordare. Così i maturandi del 2019, di cui Leggo ha già riportato le gaffe più imbarazzanti, hanno deciso di raccontare al sito specialistico skuola.net gli orrori in cattedra durante gli orali. Anche i commissari infatti, probabilmente stremati dal caldo e dalla durata delle prove, si son lanciati in in bizzarre teorie.

Maturità da somari, all'esame D'Annunzio diventa "poeta water". La Guerra Fredda? Si combatte in Siberia​



Qualche esempio? Quell teorema di Pitagora che è diventato «il teorema di Petrarca». Un lapsus dovuto alle nuove prove multidisciplinari? Forse. Ma allora che dire del campione di ciclismo Gino Bartali, protagonista di una traccia dello scritto di italiano? Per un commissario si trattava di uno sportivo degli anni '80. Peccato che la stessa traccia d'esame facesse riferimento proprio all'impegno di Bartali durante il nazismo nella difesa degli ebrei.

Un caso particolare riguarda il poeta Giuseppe Ungaretti: un professore di Scienze ha insistito per attribuirgli Ossi di seppia di Eugenio Montale, mentre una professoressa di italiano ha voluto accreditargli la stesura del Mastro Don Gesualdo, di Giovanni Verga. A far sobbalzare tutti sulla sedia, però, è stata una docente che gli ha attribuito addirittura l'Infinito. Peccato che sia una delle opere più celebri, se non la più celebre, di Leopardi ed è stata ampiamente trattata durante l'anno scolastico per la ricorrenza dei 200 anni.

Per Storia e Geografia le cose non sono andate meglio: «L'America si trova a est del mondo» ha spiegato un professore, mentre un altro ha assicurato che Il Venezuela è uno degli Stati dell'Asia. Per una docente la sconfitta di Caporetto è avvenuta durante la Seconda Guerra Mondiale che, a sua volta, sarebbe scoppiata perché Hitler ha invaso Pearl Harbor.

Brutte prestazioni anche per Fisica con una docente secondo cui la forza di gravità è uguale a 10, mentre un professore di Matematica, dopo aver dato un esercizio da svolgere a un candidato, si sarebbe rivolto vero il collega di Scienze ammettendo con candore: «Controlla tu, io con i numeri mi confondo».
Giovedì 4 Luglio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA