Il Governo apre al vaccino anti Covid obbligatorio. La ministra De Micheli: «Non lo escludo»
di Domenico Zurlo

Il Governo apre al vaccino anti Covid obbligatorio. La ministra De Micheli: «Non lo escludo»

Il vaccino anti coronavirus potrebbe essere reso obbligatorio dal Governo? Per la prima volta un membro dell'esecutivo guidato da Giuseppe Conte non esclude la possibilità. Parliamo della ministra dei Trasporti Paola De Micheli, che ospite a Oggi è un altro giorno su Raiuno ha detto che il Governo potrebbe rendere obbligatorio il vaccino, ma questo solo al termine di una campagna di informazione che chiarisca ai cittadini tutti i dubbi e in base ai risultati di questa campagna.

 

 

La ministra ha ribadito poi che «il vaccino è sicuro». «Questa è la fase più importante e delicata - ha detto - al Governo spetta la responsabilità di una grande campagna di informazione. Poi abbiamo il dovere di fare delle scelte collettive da prendere e le prenderemo alla luce di come andrà questa campagna di informazione. Alla fine non escludo la obbligatorietà».

 

«Questa prima fase di distribuzione dei vaccini è affrontata dall'esercito. Poi ci sarà una seconda fase, quando il numero dei vaccini sarà molto più consistente e saranno certificati anche altri vaccini, a quel punto ci sarà un intervento di tutta la logistica italiana privata che è già pronta». La De Micheli ha sottolineato che «la stragrande maggioranza dei contratti sottoscritti dalla comunità europea sono 'franco arrivo' e quindi sono le aziende (produttrici del vaccino, ndr) che si fanno carico di contrattualizzare i soggetti che devono poi portare ai 300 punti di destinazione le dosi di vaccino necessarie».


Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Dicembre 2020, 16:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA