Azzolina, Calenda accusa: «L'ho vista saltare la fila in aeroporto». La ministra si difende: «Decide la scorta»

Azzolina, Calenda accusa: «L'ho vista saltare la fila in aeroporto». La ministra si difende: «Decide la scorta»

Scontro social tra Carlo Calenda e la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, protagonisti ieri sera di un battibecco su Twitter che è diventato virale. L’argomento è sensibile sul web e riguarda i privilegi dei politici: privilegi che i 5 Stelle da anni si battono per eliminare, ma di cui - secondo Calenda - sarebbero poi i primi ad usufruire.

Leggi anche > Coronavirus a Roma, il bengalese positivo: «Giravo in città da giorni»

È il caso, accusa l’ex ministro, della Azzolina che si sarebbe imbarcata su un aereo saltando la fila: «Sono stato al Governo 5 anni - scrive Calenda - Mai, dicasi mai sono salito su un aereo prima dell’inizio dell’imbarco saltando file e check in come ho visto fare stasera alla ministra Azzolina. Ma si sa noi delle élite siamo antiquati nei comportamenti».
All’accusa ha però prontamente risposto la ministra dell’Istruzione, che da mesi deve affrontare critiche e attacchi sulla gestione dell’emergenza nelle scuole dopo la pandemia di coronavirus. «Che pena questo commento - twitta la esponente M5S - Volo in economy, non salto le file, non salto il check-in (non è possibile saltarlo), salgo sull’aereo secondo le disposizioni della scorta: stasera per prima, due giorni fa per ultima».
Calenda però insiste: «Ho fatto il ministro, con la scorta. Aspetti con loro e sali per ultima. Oppure fai la fila con loro che vigilano. Avete fatto la predica a mezza Italia su queste cose. Consenti che ti vengano ricordate quando ve ne dimenticate, come regolarmente accade, da Ministri». Non si registrano altre risposte da parte della ministra dell'Istruzione, che evidentemente non aveva intenzione di ribattere ancora alle critiche del leader di Azione.

Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Luglio 2020, 18:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA