Scuola, a Roma assenti 300 mila mono-banchi. Lavori in corso in decine di plessi
di Lorena Loiacono

Scuola, a Roma assenti 300 mila mono-banchi. Lavori in corso in decine di plessi

«La scuola non è pronta, ma deve aprire»: così la preside di Roma, dell'istituto comprensivo Poseidone della zona popolare di Torre Maura, lancia l'allarme ed è la sensazione condivisa da molti altri dirigenti scolastici. L'istituto aveva chiesto di far slittare il primo giorno al 24 perché sono ancora in corso i lavori di edilizia leggera. C'è chi farà solo 3 ore di lezione, come all'istituto comprensivo Renato Fucini, chi parte online come al liceo Nomentano e chi invece, come i bambini dell'istituto comprensivo di via Fabiola, restano a casa almeno fino al 24 settembre. Poi si vedrà dove si sposteranno perché una sede della scuola è inagibile. Come lei, sono tanti gli istituti in difficoltà. Una lettera ufficiale, alla volta della Regione Lazio, è già stata inviata dai dirigenti del municipio 10, vale a dire Ostia, e continua a crescere il fronte delle scuole romane chiedono di avere più giorni a disposizione: i supplenti non sono ancora stati nominati perché sono infatti in corso le chiamate nelle scuole polo. E anche sui banchi l'attesa si fa sentire: nel Lazio devono ancora arrivare 300mila banchi monoposto e mancano ben mille aule. Gli studenti senza un posto sarebbero circa 9mila.
 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 10 Settembre 2020, 08:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA