Sassi contro le macchine per rapinare gli automobilisti: denunciati quattro rom

Roma, sassi contro le auto sulla Pontina per rapinare gli automobilisti: denunciati quattro rom

Padre, figlio e due uomini di 34 e 35 anni, tutti ospiti del campo rom di Castel Romano. Erano loro che lanciavano i sassi contro le auto lungo la via Pontina per costringerle a fermarsi in un vicino distributore dove poi rapinavano gli automobilisti. I quattro responsabili, tutti residenti presso il campo nomadi, si appostavano di notte nella boscaglia poco prima del campo. 

Boom di furti con la bottiglietta d'acqua: il nuovo stratagemma dei ladri per entrare senza lasciare segni

L’ultimo episodio il 25 luglio scorso, ben sette automobilisti sono rimasti coinvolti, mettendo a rischio, con manovre di fortuna, la propria e l’altrui incolumità; oltre ai danni alle vetture, un automobilista è rimasto anche lievemente ferito.

Ad individuare e denunciare i componenti della banda, padre e figlio, ancora  minorenne, oltre ad altri due uomini di 34 e 35 anni, dopo una approfondita indagine compiuta in collaborazione dagli agenti della Polizia Di Stato del Distaccamento Polizia Stradale di Aprilia con quelli del commissariato Spinaceto. Per loro l’accusa è di tentato omicidio, attentato alla sicurezza dei trasporti, danneggiamento e lesioni personali aggravate.
Dodici le vittime finora accertate che potrebbero aumentare nel prosieguo delle indagini.
Ultimo aggiornamento: 13:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA