Gemelle maltrattate e costrette a pulire casa: «Come Cenerentola». Condannati papà e matrigna

Al rientro da scuola non potevano sedersi a tavola con il resto della famiglia e se non facevano le faccende venivano punite e picchiate

Gemelle maltrattate e costrette a pulire casa: «Come Cenerentola». Condannati papà e matrigna

di Silvia Natella

Come Cenerentola erano costrette a pulire la casa e a servire la matrigna. È accaduto a due gemelle veronesi del Gardesano, che - secondo l'accusa - venivano maltrattate e isolate solo perché figlie di un’altra donna. Al rientro da scuola non potevano sedersi a tavola con il resto della famiglia, ma dovevano accontentarsi di un piatto d’insalata e una mozzarella da mangiare in disparte. Per loro non c'era neanche l'acqua calda e se non facevano le faccende venivano punite e picchiate. 

 

Leggi anche > Bidello litiga con una collega a scuola, la ferisce, poi si lancia dal terrazzo e muore

 

Condizioni di vita pessime, proprio come nella favola di Perrault per le ragazze, che all'epoca dei fatti, nel 2018, avevano 14 anni. Per questo il padre e la sua nuova compagna sono stati condannati a tre anni di reclusione a testa. A far scattare la denuncia era stata la zia delle minorenni, mentre per le indagini le autorità si sono valse di investigazioni private e documentazioni fotografiche, 

 

Le ragazze non potevano andare a far visita alla zia e ai parenti della madre naturale e questo è sembrato sospetto. Gli imputati respingono le accuse, ma anche le relazioni dei Servizi sociali, secondo la difesa, avrebbero «confermato l’assenza di effetti post traumatici derivanti da maltrattamenti». 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Maggio 2022, 15:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA