Strage discoteca, i pm: «Trovata la bomboletta di spray irritante, indagate 8 persone»

Trovata la bomboletta spray, possibile concausa della tragedia. «C'è un soggetto minorenne indagato, ma è solo un atto dovuto perché è tutto da vedere. La consistenza indiziaria sarà tutta da valutare. Ma sul ragazzino ci sono flebiil indizi». Lo ha detto Giovanna Leboroni, procuratore per i minori delle Marche durante la conferenza stampa ad Ancona a proposito della tragedia nella discoteca. .

 


Il procuratore per i minori ha spiegato che il suo ufficio procede per «omicidio preterintenzionale, lesioni dolose e lesioni colpose». La magistratura ordinaria, invece, ha spiegato Monica Garulli, procuratore capo di Ancona, «procede per concorso in omicidio colposo aggravato». 

Il minorenne indagato è «chiamato in causa da tre» persone «ma in modo generico», ha detto la procuratrice per i minorenni. Oltre al minorenne, altre 7 persone sono indagate nell'inchiesta per la morte di sei persone nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo. Si tratta, hanno spiegato i pm, dei tre titolari della società che gestisce la discoteca e dei quattro proprietari dell'immobile.
 
 

Lunedì 10 Dicembre 2018, 16:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA