Gioca a pallone nel cortile con gli amici, 16enne minacciato con la pistola da un residente

Gioca a pallone nel cortile con gli amici, 16enne minacciato con la pistola da un residente

Stava giocando a pallone con quattro amici nel cortile di un palazzo, quando un residente, che aveva chiesto invano di smettere, è sceso in strada e gli ha puntato una pistola al collo. Per questo motivo l'uomo, un 46enne, è stato denunciato e si è visto sequestrare l'arma, insieme a sei fucili da caccia.

Leggi anche > Irrompono in casa con ascia e spranghe. Le immagini choc: «Violenza inaudita per l'eredità»

È accaduto domenica scorsa a Ponsacco (Pisa): come riporta La Nazione, l'adolescente si trovava insieme a quattro amici, tutti di età compresa tra i 13 ed i 16 anni. I ragazzi avevano iniziato una partitella, quando l'uomo li ha invitati due volte a non fare schiamazzi. Alla fine il 46enne M.A., un commerciante sposato e incensurato, è sceso in strada con una pistola in pugno, puntandola al collo del più grande dei ragazzi e causandogli anche un grosso livido.

I ragazzi, terrorizzati, sono subito tornati a casa e hanno raccontato la vicenda ai genitori. Le famiglie si sono recate a denunciare l'accaduto ai carabinieri, che si sono poi recati a casa dell'uomo, che ora è stato denunciato per minacce e si vedrà confiscare tutte le armi in suo possesso: cinque fucili, tutti regolarmente detenuti, e la pistola utilizzata per minacciare i ragazzi, ad aria compressa ma priva del tappo rosso obbligatorio.
Giovedì 12 Settembre 2019, 12:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA