Omicidio a Favara, dottore ucciso con un colpo di pistola davanti ai pazienti: morto il cardiologo Gaetano Alaimo FOTO

L'autore dell'omicidio è stato già individuato: dovrebbe trattarsi di un giovane che è in fase di ricerca da parte dei carabinieri della tenenza di Favara

Omicidio a Favara, dottore ucciso con un colpo di pistola davanti ai pazienti: morto il cardiologo Gaetano Alaimo FOTO

Arriva allo studio medico e uccide il cardiologo con un colpo di pistola a brucia pelo. L'omicidio si è consumato davanti ai pazienti, che aspettavano di essere ricevuti. È successo a Favara, in provincia di Agrigento. Il dottore, lo specialista Gaetano Alaimo, è stata ucciso mentre era al lavoro. Fermato il presunto colpevole. Si tratta di Adriano Vetro, un paziente di vecchia data del medico.

 

Investito da una bici, si infuria e chiede un risarcimento: pestato a sangue, muore nella notte

Ucciso a coltellate nel centro di Caltanissetta: Marcello morto a 51 anni. Tre feriti. «La lite per una ragazza» FOTO

Omicidio a Favara, cosa sappiamo

Il dottore, molto noto a Favara, sarebbe stato ucciso con colpi di arma da fuoco nella sala d'attesa del Poliambulatorio di via Bassanesi, davanti agli occhi dei pazienti in turno e dei segretari della struttura adibita anche a sede di riabilitazione cardiologica. Il quarantasettenne di Favara, Adriano Vetro, ritenuto l'assassino del cardiologo Gaetano Alaimo, non aveva nessun appuntamento oggi al Poliambulatorio di via Bassanesi a Favara. Era però, e a quanto pare da anni, un paziente dello specialista.

Martedì pomeriggio non c'è stata nessuna discussione fra Alaimo e Vetro, ma pare che ve ne fossero state in passato. Il favarese è arrivato al Poliambulatorio quando la struttura non aveva ancora aperto le porte ai pazienti e, davanti agli impiegati del punto sanitario, ha sparato a brucia pelo un colpo di pistola contro il medico che è stato raggiunto all'altezza del torace. 

Fermato presunto colpevole

 

È stato arrestato il presunto assassino del cardiologo Gaetano Alaimo, assassinato nel suo studio medico. Si tratta di Adriano Vetro, 47 anni, di Favara. L'uomo sarebbe un paziente di vecchia data del cardiologo. È stato rintracciato dai carabinieri della locale Tenenza e da quelli del nucleo Investigativo del comando provinciale di Agrigento nella sua abitazione dove era tornato dopo il delitto. Nella casa militari dell'Arma hanno trovato e sequestrato la pistola utilizzata per il delitto. Non è stato ancora accertato il calibro, né se fosse o meno legalmente detenuta. Adesso, Adriano Vetro è alla caserma dei carabinieri di Favara e viene interrogato dal procuratore aggiunto di Agrigento Salvatore Vella e dai carabinieri che sono coordinati dal maggiore Marco La Rovere. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Novembre 2022, 12:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA