Investito da una bici, si infuria e chiede un risarcimento: pestato a sangue, muore nella notte

La vittima è un 42enne tunisino. Mentre l'aggressore è fuggito in sella alla bicicletta ed è attualmente ricercato dalla polizia

Investito da una bici, si infuria e chiede un risarcimento: pestato a sangue, muore nella notte

Investito da una bicicletta, s'infuria e chiede il rasircimento. Ma viene massacrato di botte e ucciso. È successo nella notte tra domenica e lunedì a Terni. La vittima è un 42enne tunisino. Mentre l'aggressore è fuggito in sella alla bicicletta ed è attualmente ricercato. I carabinieri indagano pure su possibili complici.

Chef colpito da infarto, Marco Delaini si accascia e muore nel suo ristorante: aveva 48 anni

Violenza sessuale sulla figlia di 14 anni, a processo papà orco: «Frustata con la cintura dei pantaloni»

Cosa è successo

L'incidente è avvenuto poco dopo la mezzanotte. «Dopo averlo ucciso scappava a folle velocità con la bici, ho cercato di inseguirlo ma poi non sono riuscito a raggiungerlo ed è sparito nel nulla. La vittima era una brava persona, aveva un lavoro, lo conoscevo», le parole di un testimone chiave riportate da Il Messaggero. L'uomo è stato ucciso sulle scale che conducono al palazzo di Borgo Bovio, che sta di fronte a Ponte d'Oro.

Dopo essere stato investito dalla bicicletta che avanzava a fari spenti, ferito e sanginante, avrebbe 150 euro di risarcimento. A quel punto l'uomo in bicicletta - un africano - avrebbe perso le staffe e si sarebbe scagliato contro il 42enne con una scarica di calci e pugni letali. La situazione sarebbe degenerata quando altre persone sono arrivate in "soccorso" dell'aggressore, partecipando alla mattanza. Nella rissa è rimasta ferita una terza persona, finita in ospedale. Gli inquirenti lo interrogheranno per riuscire a risalire ai colpevoli.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Novembre 2022, 10:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA