La mamma va a svegliarlo, Nikita morto nel sonno a 16 anni. Era una promessa del rugby

La mamma va a svegliarlo, Nikita morto nel sonno a 16 anni. Era una promessa del rugby

Un ragazzo di appena 16 anni, Nikita Panfoli, è morto nel suo letto, probabilmente nel sonno: è successo questa mattina in provincia di Ancona a Castelbellino. Un terribile incubo per la mamma, che è andata nella sua stanza per svegliarlo come ogni mattina, ma ha trovato il figlio esanime e senza vita.

Leggi anche > Coronavirus, ipotesi scuole chiuse fino al 3 aprile: giallo maturità

Inutile l’intervento dei soccorsi, allertati dalla mamma dopo la scoperta choc delle prime ore di questa mattina, alle 7.30: i sanitari hanno provato a rianimare il ragazzo, ma non sono riusciti ad evitare la tragedia. Per portarlo in ospedale era arrivata anche l’eliambulanza, che è però ripartita ed è tornata indietro vuota. Un dramma che ha sconvolto la famiglia e gli amici del giovane.




Il ragazzo, una giovane promessa del rugby, frequentava il liceo artistico Mannucci a Jesi: ancora ignote le cause del decesso. «Con un’immensa tristezza nel cuore, ci stringiamo attorno alla famiglia Panfoli, per la prematura scomparsa di Nikita, nostro promettente giocatore dell’U18. Sentite Condoglianze da parte di tutto il nostro Club», ha scritto su Facebook lo Jesi Rugby Club, in cui il giovane giocava.
 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 6 Marzo 2020, 16:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA