Coronavirus, fermato con la moglie per i controlli reagisce soffiando in faccia a un agente

Coronavirus, fermato con la moglie per i controlli reagisce soffiando in faccia a un agente

Ha soffiato a distanza ravvicinata in faccia a un agente della polizia municipale durante un controllo per l'emergenza coronavirus. Per questo un uomo è stato denunciato ieri a Firenze. L'uomo era in auto insieme alla moglie ed è stato fermato mentre entrava nel parcheggio interrato di un supermercato. Gli agenti hanno iniziato a spiegare alla coppia che l'accesso era consentito a una sola persona per famiglia. Per tutta risposta l'uomo, alla richiesta di documenti, visibilmente alterato ha soffiato sul viso di uno degli agenti.

Fermato e denunciato anche un 23enne, in lungarno Colombo, che stava rientrando a casa a Novoli mentre era stato a casa di un amico e poi a fare la spesa in un supermercato in zona Firenze sud. Denunciati poi tre giovani alla fermata bus di via XXVII Aprile perché non rispettavano la distanza interpersonale. Controlli della municipale ieri hanno riguardato anche altri cittadini trovati e 17 attività commerciali, che sono risultate tutti in regola.
 
Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Marzo 2020, 16:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA