Napoli, 17enne uccide la madre a coltellate dopo un litigio e poi si barrica in casa

L'omicidio al culmine di una lite, probabilmente avvenuta, secondo le prime notizie, all'interno dell'abitazione

Napoli, 17enne uccide la madre a coltellate dopo un litigio e poi si barrica in casa

Un altro figlio che uccide un genitore. Pochi giorni dopo l'omicidio di Sesto San Giovanni, alla porte di Milano, un altro terribile delitto scuote il nostro Paese. Questa volta l'orrore è a Napoli dove un ragazzo di appena 17 anni, essendo nato nel 2005 in Lituania,  ha ucciso questa sera la madre adottiva a coltellate in via Rampe San Giovanni Maggiore, nel centro della città, in piena zona della movida. 

 

La donna, Filomena Galeone, aveva 61 anni. Secondo le prime ricostruzioni, l'adolescente avrebbe aggredito la mamma al culmine di una lite, probabilmente iniziata all'interno dell'abitazione. Sul posto si sono recati gli uomini della Squadra Mobile e dell'ufficio Prevenzione generale della Questura di Napoli. Il ragazzo avrebbe colpito la madre con diverse coltellate. Il 17enne si è poi chiuso in casa. I primi a riuscire ad entrare nell'abitazione, in rampe San Giovanni Maggiore, sono stati i Vigili del fuoco attraverso una finestra


Uccide il padre e fa a pezzi il corpo, cosa è successo a Gianluca negli ultimi anni

L'omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una violenta lite tra il ragazzo e la madre. A tal proposito sono giunte alle forze dell'ordine diverse segnalazioni da parte di vicini di casa, che hanno sentito i due litigare violentemente. Il tutto è avvenuto nella loro abitazione a rampe San Giovanni Maggiore, traversa di via Mezzocannone che conduce all'ingresso della Basilica di San Giovanni Maggiore, nel cuore del centro antico di Napoli. All'arrivo dei poliziotti la donna era già morta, il ragazzo è stato trovato ancora nell'abitazione. La sua posizione è al vaglio ma, secondo quanto si apprende, ci sarebbero pochi dubbi sulla dinamica di quanto accaduto.

Si sta lavorando, in queste ore, per cercare di capire cosa sia scattato nella testa del giovane, tanto da scatenare tanta violenza. Non è ancora chiaro se, oltre ai due, in casa vi fossero altre persone. L'omicidio è comunque avvenuto all'interno dell'abitazione. Sarà fondamentale sapere anche dai vicini di casa se in famiglia vi fossero dissapori tali da poter far ipotizzare un esito così tragico. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Giugno 2022, 00:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA