Domino's Pizza lascia l'Italia (dopo sette anni): chiuse tutte le 29 filiali. «Clienti troppo esigenti»

Hanno provato a conquistare «i clienti esigenti nella patria della pizza» e hanno infine dichiarato fallimento all'inizio di quest'anno

Domino's Pizza lascia l'Italia (dopo sette anni): chiuse tutte le 29 filiali. «Clienti troppo esigenti»

Anche l'ultimo ristorante ha chiuso i battenti. La catena americana Domino's Pizza ha alzato bandiera bianca in Italia e ha deciso di lasciare il Paese, dopo sette anni negativi. Il partner in franchising italiano del marchio di fast food, ePizza SpA, che gestiva 29 filiali in tutto il paese, ha lottato per conquistare «i clienti esigenti nella patria della pizza» e ha infine dichiarato fallimento all'inizio di quest'anno. 

Napoli, turisti lasciano sul tavolo della pizzeria una busta con 750 euro. I proprietari: «Aiutateci a trovarli»

Fallisce Domino's Pizza

«La catena americana Domin'ss Pizza chiude i battenti dei suoi negozi italiani dopo sette anni e se ne va con la coda fra le gambe», ha scritto il "Financial Times". Nelle dichiarazioni ufficiali si legge che «la pandemia di Covid-19 e le successive restrizioni prolungate hanno gravemente danneggiato ePizza», ma il presidente e maggiore azionista Marcello Bottoli si è rifiutato di commentare quando contattato dal Ft. Secondo il giornale, la notizia della chiusura di Domino in Italia è un'altra indicazione delle alterne fortune dei marchi di ristoranti statunitensi che sperano di avere successo tra i consumatori italiani. Un altro esempio è Starbucks, accolta inizialmente con scetticismo, che ora però sarebbe in procinto di aprire due nuove filiali a Firenze e Roma dopo il successo a Milano.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 11 Agosto 2022, 15:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA