Coronavirus in Italia: come comunica il governo Conte su Twitter Esclusiva Leggo
di Simone Pierini

Coronavirus in Italia: come comunica il governo Conte su Twitter Esclusiva Leggo

Il Coronavirus sbarcato in Italia ha, per forza di cose, attivato una task force di lavoro guidata dal governo Conte. Lavoro sul campo, apparizioni in tutte le trasmissioni televisive, collegamenti con telegiornali, interviste con gli inviati sul posto e conferenze stampa. L’obiettivo dichiarato del premier e della squadra di governo è la trasparenza dei fatti e delle misure intraprese per far fronte all’epidemia. Ma questa è soprattutto l’epoca dei social network. La comunicazione passa attraverso un tweet, un lancio destinato alle migliaia, a volte milioni, di follower presenti nella rete.

Come sta comunicando in tal senso il governo Conte? Uno studio realizzato da UTOPIA, società di Public, Media & Legal Affairs, e pubblicato in esclusiva su Leggo mostra i dati del lavoro digitale del premier e dei ministri sulla piattaforma Twitter.

Leggi anche > Coronavirus: gli aggiornamenti in DIRETTA

Leggi anche > Primo caso al Sud a Palermo, è una turista bergamasca. 29 in quarantena​



Il grafico di seguito rappresenta l'andamento delle discussioni su Twitter che hanno interessato il tema coronavirus nel corso dell’ultimo mese. I picchi rappresentano i momenti più attivi in termini di conversazioni. Tra questi spicca il primo febbraio, giorno in cui è stata isolata la sequenza del coronavirus dalle ricercatrici dello Spallanzani di Roma.

Nettamente in calo il periodo che ne è seguito, in particolare nei giorni dell'esplosione vera e propria dell'emergenza in Lombardia, Veneto e in parte del nord Italia. Meno tweet, più lavoro e una comunicazione "vecchio" stampo con le apparizioni televisive, in tutti i canali (Rai, Mediaset e La7) e nelle principali trasmissioni italiane come Domenica In, Live non è la D'Urso, Che Tempo che Fa e Non è l'Arena. 




Interessante l'analisi del Wordcloud, ovvero la scelta delle parole utilizzate per comunicare. Tra le più utilizzate c’è ovviamente coronavirus, che domina anche tra gli hashtag. A seguire termini legati alle azioni intraprese: task force, riunione, emergenza, salute e anche grazie, riferito a medici e infermiere e a tutte le persone coinvolte nella lotta al contenimento del virus. A sorpresa non appare la parola epidemia, utilizzata invece a gran voce dal pubblico e dagli organi di informazione.



Tra coloro che hanno twittato di più emerge la posizione del ministro della Salute Roberto Speranza. È lui il protagonista assoluto, il cui ministero è senza dubbio il più coinvolto nell’emergenza coronavirus. Con 32 tweet e quasi 14mila like ricevuti svetta in cima alla classifica, staccando di molto il resto della squadra di Governo. Al secondo posto infatti, il premier Conte, è fermo a sette tweet e meno di 9mila like. In fondo invece il ministro Bonafede con un solo tweet pubblicato a riguardo.



Quella di seguito è invece una selezione dei principali tweet pubblicati dai Ministri, nei giorni a cavallo dell’emergenza coronavirus in Italia.






 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Febbraio 2020, 08:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA