Ciro Grillo, l'ex professore: «Sempre avuto un atteggiamento da bulletto, si sentiva protetto»

Ciro Grillo, l'ex professore: «Sempre avuto un atteggiamento da bulletto, si sentiva protetto»

Ciro Grillo viene definito come un bullo che si sentiva protetto dal padre da un suo ex professore. A parlare a Non è L'Arena di Giletti è un ex insegnante del figlio di Beppe Grillo che non descrive in modo esemplare il ragazzo accusato di stupro insieme ad altri amici. Spiega che Ciro si sarebbe fatto chiamare Grillo, sentendo molto il peso della figura politica del padre.

 

Leggi anche > Mirko ucciso per difendere la mamma. Il fratello su Fb: «Non era un vigliacco, merita giustizia»

 

Nel corso della trasmissione è stata mandata in onda la testimonianza dell'uomo che spiega che Ciro tra le medie e le superiori avrebbe sviluppato una specie di ossessione per il suo fisico: «lui si era un po' fissato sul fisico, aveva trovato questa MMA (un'arte marziale, ndr), poi lì diventa lavaggio del cervello. O hai questa violenza da tirar fuori, sennò… Magari ti fa sentire troppo superuomo», spiega l'insegnante che definisce l'ex alunno un "bulletto".

 

Leggi anche > Ciro Grillo, parla la madre: «Quella sera dormivo a pochi passi da loro, non ho sentito nulla»

 

«Questi ragazzi qua hanno tutti dentro qualcosa, sono generazioni deboli. Nel caso poi l'atteggiamento di bullismo, da bulletto mascherava qualcosa. Compagnie sbagliate, atteggiamenti sbagliati e anche l'idea di essere non immune ma protetto tra virgolette uno magari può anche esagerare. Lo stupro? Da un gruppetto come quello non dico che te lo aspettavi, ma pensi potrebbe succedere. Il suo gruppetto di amici era quello che non vengono beccati, erano un pochino più furbi, più sgamati. Però non si pensa mai che possano arrivare a questo, però li vedi, un atteggiamento da ragazzini. O lo interrompi e maturi o se rimani infantile poi può degenerare», ha affermato il professore.

 

L'immagine del ragazzo non è stata descritta in modo esemplare. Il giovane, insieme ai suoi amici, resta indagato per stupro di gruppo ai danni di una ragazza conosciuta in Costa Smeralda la scorsa estate.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Maggio 2021, 20:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA