Pamela uccisa con due coltellate: "Forse gli indagati hanno paura del colpevole". L'ombra dei crimini rituali

Pamela uccisa con due coltellate: "Forse gli indagati hanno paura del colpevole". L'ombra dei crimini rituali

  • 181
    share
Due coltellate al fegato ed un colpo alla testa. Sarebbe morta così Pamela Mastropietro, secondo indiscrezioni legate ai risultati dell’autopsia sul corpo della 18enne uccisa e fatta a pezzi, e nascosta in due trolley, a Macerata qualche giorno fa.

LEGGI ANCHE ---> Pamela, tutti i misteri ancora irrisolti sulla morte della giovane



LEGGI ANCHE ---> La Procura: non faremo indagini sommarie, caso delicato

Quello che è successo alla ragazza, secondo quanto afferma il Messaggero questa mattina, sembrerebbe rimandare ai crimini tribali diffusi nei villaggi della Nigeria. E proprio nigeriani sono i quattro uomini fermati per l’omicidio e l’occultamento di cadavere di Pamela. «In questa vicenda molte cose non tornano. La dissezione è stata fatta da una persona esperta, la pulizia di casa e cadavere è molto accurata - spiega l'avvocato Gianfranco Borgani, che difende Desmond Lucky, uno dei fermati - Perché allora lasciare a vista il trolley con i resti del corpo e non gettarli sotto un ponte?».

LEGGI ANCHE ---> La mamma di Pamela a "Chi l'ha Visto?": "Se me la tenevo a casa era meglio"



Dietro questo giallo, forse un'altra persona, qualcuno di cui magari i quattro fermati avrebbero paura, e quindi non parlano per timore di ritorsioni nel loro Paese. «Forse siamo di fronte a una sorta di rito», spiega il legale. In Nigeria sono all'ordine del giorno i casi di rapimenti o di omicidi per smembrare e vendere organi, o parti del corpo. Quello che sembra quasi sicuro è che il quarto nigeriano indagato non dovrebbe essere coinvolto nel delitto, avendo avuto con gli altri tre solo contatti telefonici: contro di lui non ci sono le prove che sono contestate invece a Innocent Oseghale, Desmond Lucky e Lucky Awelima, che si trovano da sabato in stato di fermo.


Martedì 13 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-02-13 17:04:44
Ci vogliono leggi efficaci certezza della pena rimpatrio immediato per chi non ha i requisiti e capire chi di questi ha già commesso crimini nel loro paese, non possiamo permettere che entrino nel nostro paese assassini delinquenti sanguinari, questi omicidi così afferrati sono opera di criminali esperti e non possiamo permettere che entrino in modo indiscriminato per il bene di tutti noi
2018-02-13 12:06:50
VIA DALL'ITALIA QUESTA GENTAGLIA che non vuole rispettare l'ordine
2018-02-13 11:37:43
Il questore è stato sostituito come mai???si vede che nn ha saputo vigilare bene sul territorio!!!dovrebbe pagare tutto di tasca sua,,,solo così forse si comincerà a rispettare le regole sia bianchi che neri!!!!
2018-02-13 10:41:26
Ecco come lo stato aiuta ad importare l'orrore di questi clandestini e della loro cultura di magia nera.
2018-02-13 10:37:25
I colpevoli di questo delitto , parlo di questo e non di altri, va addebitato totalmente, a coloro che hanno la responsabilità, concessa dagli italiani che ne hanno dato mandato politico. La responsabilità e la colpa , totale, e quale indotto, di coloro che ne accettano il guadagno ricavato dalla loro permanenza abusiva sul suolo italiano, non rispettando le leggi vigenti. La responsabilità morale, e di coloro che con lascito caritativa fuori gli esercizi commerciali, chiese, e acquistando prodotti, scoraggiano la loro permanenza sul suolo italiano. La colpa in totale e dei vigili urbani, che pur vedendo gli abusi commessi palesemente dagli immigrati non intervengono, o negli, intervengono dopo denuncia nelle tv. La colpa è del governo Che, finanzia strutture , nella accoglienza di non aventi diritto. Tutto questo avrà un peso mortale sulle elezioni del 4 marzo.
DALLA HOME