Pamela, la Procura prosegue nelle indagini: "Non faremo una giustizia sommaria in un caso così delicato"

Pamela, la Procura prosegue nelle indagini: "Non faremo una giustizia sommaria in un caso così delicato"

Continuano le indagini sulla morte di Pamela Mastropietro, come sottolinea anche la procura di Macerata che non intende "seguire o acconsentire di fatto a procedure di giustizia sommaria più che mai in una vicenda così delicata".

Lo precisa la procura stessa, spiegando che gli investigatori da un lato intendono sentire anche altri testimoni, dall'altro sono in attesa di conoscere l'esito di numerosi accertamenti di laboratorio, effettuati e ancora da effettuare, da parte del Ris dei carabinieri di Roma.

LEGGI ANCHE ------> Pamela, il presunto complice scarica tutta la colpa sugli altri: "Io non ho tagliato madame"

Si tratta in particolare, si chiarisce, di avere riscontro rispetto alle impronte rilevate e ai prelievi biologici acquisiti nell'appartamento dove "ragionevolmente si sono svolti i fatti" e di comparare i "dati acquisiti e da acquisire ancora nei prossimi giorni con i profili dattiloscopici e biologici di tutti gli indagati".

Si attendono inoltre "le risultanze definitive delle indagini in corso ad opera dei medici legali e dell'esperto in materia di tossicologia e degli esperti in materia di indagini telefoniche ed informatiche in materia di telecomunicazioni".
Lunedì 12 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 09:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME