Vaccino per il Covid-19, Jennifer lo testa per la prima volta al mondo: «Grande opportunità»

video
di Alessia Strinati
Ha 43 anni, è mamma di due adolescenti ed è la prima donna al mondo a testare il vaccino per il coronavirusJennifer Haller e la manager di una azienda biotech che ha deciso di dare il suo contributo alla scienza e si è offerta come cavia per testare la prima dose sperimentale di vaccino per il covid19.

Leggi anche > Coronavirus, cambia l'autocertificazione. Stretta per chi è in quarantena. Ecco il nuovo modulo da scaricare



La donna, residente a Seattle, una delle città più colpite negli Usa, si è lasciata immortalare mentre le viene iniettata la dose di «mRNA-1273'. È questa la sigla data al ritrovato messo a punto dall' Istituto nazionale Usa per le malattie infettive (Niad) diretto da Anthony Fauci, e dalla Moderna, azienda di biotecnologie del Massachussetts. La prima iniezione è andata alla manager di una piccola azienda tecnologica. Altri 45 volontari, di età compresa tra i 18 e i 45 anni (tutti senza patologie) si sottoporranno al vaccino e nel mondo già si parla di eroi. 
 
 

«È stata una opportunità immensa per me quella di partecipare ai test, di fare qualcosa», ha dichiarato Jennifer tornata nella sala d'aspetto dopo aver ricevuto la prima dose con gran sorriso: «Mi sento benissimo». La sperimentazione durerà 14 mesi. Lo studio viene svolto nei laboratori del Kaiser Permanente Washington Health Research Institute di Seattle. Gli esperti hanno tenuto però a precisare che anche se la sperimentazione dovesse avere successo, il vaccino non sarà disponibile per un uso diffuso prima dei 12 o18 mesi.
Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Marzo 2020, 16:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA