Treni notturni in Europa, dopo l'annuncio un possibile collegamento col Regno Unito

Treni notturni in Europa, dopo l'annuncio un possibile collegamento col Regno Unito

Treni notturni con cuccette per dormire in viaggio, l'Europa annuncia una clamorosa rivoluzione. Che potrebbe riguardare, nonostante la Brexit, anche il Regno Unito, consentendo ai cittadini d'Oltremanica un nuovo collegamento col continente.

 

Leggi anche > Filippo, una statua in sua memoria: la proposta del Governo trova il favore del Parlamento

 

Pochi giorni fa è stato annunciato un piano molto ambizioso: quello di istituire, dal 2022, una nuova linea di collegamento nel cuore dell'Europa. I treni notturni dovrebbero collegare Bruxelles con Praga, con fermate intermedie ad Amsterdam, Berlino e Dresda; i prezzi partiranno da 60 euro (solo andata). Il piano è stato reso necessario dall'emergenza climatica, che impone l'uso di mezzi di trasporto più sostenibili, e da quella pandemica, che inevitabilmente farà ripensare la tradizionale fruizione del turismo.

 

Come riporta il Guardian, Elmer van Buuren, cofondatore della cooperativa European Sleeper, ha spiegato che il progetto europeo potrebbe essere facilmente esteso anche al Regno Unito, garantendo un collegamento tra Londra e Bruxelles attraverso il tunnel della Manica. «Non sarà possibile farlo nel breve termine, ma le strutture ci sono ed è un piano assolutamente realizzabile. Viaggiare a bordo di treni notturni, con il servizio cuccette, è più lento rispetto agli spostamenti in aereo, ma anche molto più comodo» - le parole di van Buuren - «Nonostante la Brexit, ci sono ancora tantissimi cittadini britannici desiderosi di viaggiare e di spostarsi facilmente in tutta Europa, che sia per vacanza o per lavoro. Credo che un'idea del genere abbia assolutamente mercato».


Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Aprile 2021, 14:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA