Papà scuote il figlio di 11 settimane e lo uccide: «Una forza simile a quella di un incidente stradale»
di Alessia Strinati

Papà scuote il figlio di 11 settimane e lo uccide: «Una forza simile a quella di un incidente stradale»

Scuote il figlio con una violenza tale da ucciderlo. Jordan Saxton, 22enne dell' Oxfordshire, ha strattonato il figlio di appena 11 settimane di vita così forte da avere lo stesso effetto di un tamponamento in un incidente stradale. Il bambino ha riportato delle lesioni molto gravi e non è riuscito a sopravvivere.

Leggi anche > Sindrome del bambino scosso: cosa è, come riconoscerla e i sintomi

A fare la scoperta choc è stata la mamma del bambino, Tracy Ray. Il giorno dell'omicidio aveva lasciato il piccolo con il padre. Il bambino non si sentiva bene ed era difficile da gestire, così nel corso della giornata aveva fatto diverse chiamate fino a quando il compagno non le ha detto che aveva smesso di respirare e aveva chiamato un'ambulanza. La mamma è corsa in pronto soccorso dove però i medici hanno scoperto che il neonato aveva diversi traumi: 8 costole rotte e una grave lesione cerebrale.

Tracy, come riporta il Mirror, è rimasta sotto choc. Dopo aver saputo di essere incinta aveva scoperto il tradimento del fidanzato con la ex, ma per amore del figlio aveva deciso di perdonarlo. Lui, confessa, non si sentiva pronto per la paternità, ma da subito le era sembrato un papà affidabile e premuroso, mai avrebbe immaginato potesse commettere un simile gesto. Il bambino non si sentiva bene e questo lo rendeva nervoso, facendolo piangere spesso. Sarebbe stata proprio l'esasperazione legata al pianto a far scattare l'ira omicida. Il padre è stato condannato a 9 anni di carcere.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29 Gennaio 2020, 18:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA