Donald Trump non si arrende: «Farò causa a Twitter, Facebook e Google»

Donald Trump non si arrende: «Farò causa a Twitter, Facebook e Google»

Donald Trump annuncia di voler far causa a Twitter, Facebook e Google per essere stato bandito dalle loro piattaforme. In seguito ai suoi post incendiari in cui evocava presunti ( mai confermati) brogli elettorali in favore di Biden, le piattaforme social hanno deciso di bannarlo.

 

Leggi anche > Sente uno strano fruscio nell'orecchio: scopre un tubo installato dai medici 22 anni prima

 

Donald Trump, a distanza di mesi dalla sconfitta elettorale, continua la sua lotta personale. I suoi post sui social nei quali denunciava brogli elettorali a favore di Biden e incitava alla violenza i suoi fan, che successivamente hanno attaccato il Congresso, non sono sfuggiti a Twitter, Facebook e Google che decisero di eliminare per sempre i profili dell'ex presidente degli Stati Uniti. 

 

Trump non si arrende e ha annunciato che procederà per vie legali contro le piattaforme social per essere stato bandito.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Luglio 2021, 18:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA