Coronavirus, la Gran Bretagna farà un “ponte aereo” senza quarantena per i turisti con 10 paesi del mondo: l'Italia resta esclusa

Coronavirus, la Gran Bretagna farà un “ponte aereo” senza quarantena per i turisti con 10 paesi del mondo: l'Italia resta esclusa

Il ponte aereo con la Gran Bretagna, che consentirà solo ad alcuni paesi di entrare nella nazione senza quarantena, riguarderà solo 10 paesi e tra questi è esclusa l'Italia. Un elenco di circa una dozzina di potenziali paesi, tra cui Portogallo, Spagna, Grecia e Francia, è stato preso in considerazione per accordi bilaterali che significherebbero che i turisti britannici, e dei paesi che faranno l'accordo, potrebbero volare dal 4 luglio senza affrontare una quarantena di 14 giorni al loro arrivo o ritorno. Lo riporta il Dailymail.

Leggi anche > Coronavirus, oltre 460 mila morti nel mondo. In Cina 27 nuovi casi, 22 a Pechino

I funzionari stanno elaborando criteri in base con i quali determinare il rischio rappresentato da ciascuna destinazione di diffusione del coronavirus sul ritorno dei turisti. I "ponti aerei" saranno cancellati solo dopo aver ricevuto la consulenza di ciascun paese "a basso rischio" dal capo del personale medico e il Ministero degli Esteri. La quarantena per il Regno Unito è stata annunciata con la riapertura dei voli, ma pare che a partire dal prossimo 29 giugno potrebbe essere annullata, solo per alcuni paesi.

Anche i territori australiani e britannici come Gibilterra e Bermuda sono considerati "corridoi di viaggio", anche se non è chiaro se faranno parte della prima tranche di paesi. Per tutti i paesi esclusi, compresa l'Italia, l'obbligo di quarantena potrebbe invece rimanere in vigore per tutta l'estate
Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Giugno 2020, 15:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA