Stipendi delle donne più bassi degli uomini, Isabella Rauti: «La legge viene raggirata con bonus e straordinari»
di Simone Pierini

Stipendi delle donne più bassi degli uomini, Isabella Rauti: «La legge viene raggirata con bonus e straordinari»

Senatrice Isabella Rauti, vice capogruppo di Fratelli d'Italia e da sempre attiva nelle pari opportunità: come spiega la disparità di stipendio?
«C'è una legge che la impedisce, ma da anni si annida nella parte accessoria degli stipendi: straordinari e bonus. Le donne hanno meno ore disponibili perché sono più impegnate ad esempio nella crescita dei bambini e nella cura degli anziani. Va anche detto che la questione riguarda tutta l'Europa».
Come incide in una donna?
«C'è sconforto nella consapevolezza che, a parità di mansione, il mio collega di scrivania prenderà più di me solo perché non sarà costretto a uscire prima per andare a prendere il figlio a scuola».
Cosa si può fare?
Innanzitutto gli orari degli asili nido non devono coincidere con quelli del lavoro. E poi serve correggere l'asimmetria dei ruoli maschio-femmina nei tempi di vita all'interno della coppia». 

Leggi anche > Stipendi, le donne pagate sempre meno anche se fanno lo stesso lavoro degli uomini
Venerdì 15 Novembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA