Stipendi, le donne pagate sempre meno anche se fanno lo stesso lavoro degli uomini
di Simone Pierini

Stipendi, le donne pagate sempre meno anche se fanno lo stesso lavoro degli uomini

Più soldi di stipendio agli uomini, molti meno alle donne. Sia in ambito privato che nel settore pubblico. Una disparità confermata dall'Inps pure per il 2018. Un divario consistente, che nelle aziende private tocca quota 44,3% in più nella busta paga per gli uomini all'interno di una platea di quasi 16 milioni di lavoratori. Leggendo nel dettaglio delle retribuzioni medie nelle aziende private, si nota come gli uomini in un anno portino a casa 24.759 euro al cospetto dei soli 17.156 euro delle donne. Cifre che aumentano al crescere dell'età.

Leggi anche > Stipendi delle donne più bassi degli uomini, Isabella Rauti: «La legge viene raggirata con bonus e straordinari»

Inferiore, ma pur sempre imponente, la percentuale del divario di stipendio nell'ambito del lavoro pubblico, che coinvolge 3,58 milioni di dipendenti. Un 31,8% in più per il sesso forte che non sembra rendere onore alle fatiche giornaliere del mondo femminile. Nel pubblico impiego infatti la retribuzione media annua è di 32.968 euro, in crescita del 3,1% rispetto all'anno precedente, per effetto dei rinnovi dei contratti tra il 2016 e il 2018. Anche qui costantemente più alta per il genere maschile con 38.400 euro contro i 29.120 euro per il genere femminile.
La giustificazione di questo gap, secondo il rapporto dell'Inps, sembrerebbe legato a un'altra sostanziale causa. «Il differenziale retributivo per genere - si legge - appare più correlato alla maggiore presenza di lavoro part time tra le donne». Ed ecco i dati a conferma di questa tesi: «il numero di lavoratrici private - che nel 2018 hanno avuto almeno un rapporto di lavoro part time - è pari a 3.414.791 unità contro 1.993.261 di lavoratori maschili.
Nel 2018 circa il 22% dei lavoratori uomini ha avuto almeno un rapporto di lavoro a tempo parziale mentre tra le donne la quota di lavoratrici che ha avuto almeno un part time nell'anno è pari a circa il 51%». Nel pubblico invece è pari a 221.951 contro appena 48.989 maschi. Rispetto al totale per genere la quota di lavoratori che nel 2018 ha avuto almeno un rapporto di lavoro a tempo parziale per gli uomini si attesta al 3,3%, mentre per le donne è pari al 10,6%.
riproduzione riservata ®
Venerdì 15 Novembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA