Samsung accusata di aver copiato l'iPhone: deve pagare 533 milioni di dollari a Apple

Samsung accusata di aver copiato l'iPhone: deve pagare 533 milioni di dollari a Apple

Il gruppo sudcoreano Samsung ha copiato il design dell'iPhone dalla sua rivale americana Apple e dovrà pagare una multa di 533 milioni di dollari. È la sentenza decisa dai giurati statunitensi di San Josè, nella Silicon Valley, dopo diversi giorni di dibattito. Samsung, che non vende più il modello incriminato, dovrà pagare anche 5 milioni di dollari per l'utilizzo delle funzioni di iPhone. I due gruppi detengono attualmente circa il 35% del mercato mondiale.

Nel 2011 un primo processo aveva già dato ragione a Apple, condannando Samsung a pagare 400 milioni. Ma la compagnia sudcoreana aveva contestato questo verdetto. La contesa è tornata alla Corte Suprema degli Stati Uniti che aveva annullato nel 2016 la multa di 400 milioni, restituendo il caso al sistema giudiziario ordinario. In questa nuova causa, Apple chiedeva poco più di un miliardo di dollari e Samsung era disposta a risarcire il suo concorrente fino a 28 milioni. E la giuria doveva determinare se gli elementi di design copiati da Samsung giustificassero il pagamento di tutti i profitti realizzati con il modello di smartphone oggetto del contenzioso o solo una parte. I punti contestati riguardavano la sagoma rettangolare con bordi arrotondati dello smartphone e icone colorate disposte su uno schermo nero. Per il settore tech questa decisione a favore di Apple potrebbe aprire la strada a molti nuovi contenziosi.

Venerdì 25 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 08:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-05-26 19:45:07
si vabbè allora quanti altri ora dovranno pagare e perchè apple è la regina? Voglio dire poi... sono dei rettangoli questi smartphone, non è che puoi fare chissà che (nel design) avendo uno schermo rettangolare da doverci mettere per forza, per cui è chiaro che tutti gli smartphone si assomiglino.
DALLA HOME