Il governo russo rinuncia all'iPad:
"Meglio i tablet Samsung, sono più sicuri"

Il governo russo rinuncia all'iPad: "Meglio i tablet Samsung, sono più sicuri"

di Alessio Caprodossi
ROMA - Fuori gli iPad, dentro Samsung Galaxy. Al Cremlino tutto ci che americano non bel visto ultimamente, cos gli altri dirigenti russi hanno deciso di lasciare il tablet della Mela per affidarsi a quella della grande rivale coreana. Motivo? I tablet Samsung sono pi sicuri rispetto all'iPad e consentono in tal modo di scambiare informazioni riservate senza incorrere in potenziali pericoli.

Così Nikolai Nikiforov, ministro per le comunicazioni del governo Putin, ha spiegato ai giornalisti che avevano notato l'anomalia la scelta aggiungendo che "i dispositivi di Samsung sono passati attraverso una rigorosa certificazione, per questo sono più indicati per trattare le informazioni scambiate durante le riunioni governative".



Lo stesso ministro ha chiarito che non c'è nessuna restrizione verso i prodotti Apple nè tantomeno nessuna correlazione con l'attuale delicato rapporto in atto tra Russia e Usa, sostenendo invece che sulla decisione ha influito la volontà del governo americano di controllare il traffico dati che viaggia sugli smartphone. "I servizi speciali Usa aumenteranno notevolmente il volume delle intercettazioni e questo crea serie preoccupazioni tra i vari clienti governativi".



Va ricordato che i prodotti destinati ad alti dirigenti governativi non sono gli stessi esemplari che si trovano sugli scaffali o navigando in rete. Sono invece modelli ottimizzati con servizi ad hoc finalizzati ad una maggiore sicurezza per trattare informazioni di rilievo. Il concetto vale in particolar modo per i russi, come ha dimostrato Alexei Miller, numero uno di Gazprom, che ha preteso un iPad unico dal valore superiore ai due milioni di dollari.
Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Marzo 2014, 20:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA