Roma disastrosa: è fuori. La Cremonese passa all'Olimpico. Mourinho: «Primo tempo orribile, l'1-2 è giusto»

Non basta la rete di Belotti. In semifinale ci va la squadra di Ballardini che affronterà la Fiorentina. Nell'altra semi l'Inter aspetta la vincente di Juve-Lazio

Roma disastrosa: è fuori. La Cremonese passa all'Olimpico. Mourinho: «Primo tempo orribile, l'1-2 è giusto»

Delusione Roma fuori dalla Coppa Italia. La Cremonese di Ballardini. vince all'Olimpico per 2-1 e si qualifica per le semifinali contro la Fiorentina. Nell'altra semifinale l'Inter aspetta la vincente di Juve-Lazio di domani sera. 

I gol della sfida

Ad aprire le marcature, Dessers al 28' su rigore, mentre il raddoppio arriva in apertura di secondo tempo con un autorete di Celik. La Roma mantiene l'iniziativa ma non punge. Il canto del 'Gallò Belotti arriva solo in pieno extratime, al 93' ma non basta agli uomini di Mourinho per raddrizzare la partita. 

La partita

La Roma di Napoli, protagonista di una bella e sfortunata prestazione, sparisce all'Olimpico e nelle semifinali della Coppa Italia va la Cremonese di Ballardini, che ad aprile se la vedrà con la Fiorentina. Nella serata dell'Olimpico ancora una volta 'sold out' la squadra di Mourinho mostra il suo volto peggiore e gioca una partita a lungo, se non sempre, inguardabile, perdendo contro una squadra che in campionato non ha ancora mai vinto ed è ultima in classifica. In Coppa, invece, viaggia a gonfie vele e dopo il Napoli, eliminato ai rigori al 'Maradonà, fa un'altra vittima eccellente.

Sarà che le polemiche su Zaniolo non hanno certo rasserenato l'ambiente, sarà che, come dice Mourinho, la rosa giallorossa probabilmente non è attrezzata per far fronte a tre competizioni, e infatti il tecnico quasi a volerlo dimostrare manda in campo giovani promettenti, come Tahirovic e Volpato, forse non ancora pronti. Se a questo si aggiungono gli errori di Kumbulla, frastornato al punto da meritare la sostituzione al termine del primo tempo, e di Celik, un pesce fuor d'acqua, ne viene fuori che quello della 'Cremò è un successo meritato magari a dedicare alla memoria di chi di questa squadra è stato in primis un grande tifoso, Gianluca Vialli.

Poco ritmo, zero intensità, troppo nervosismo, forse un pò di presunzione pensando di aver già vinto. Fatto sta che la Roma ha fatto una figura barbina non riuscendo in pratica ad imbastire un'azione degna di questo nome, e a nulla sono serviti i quattro cambi operati a inizio ripresa, con i vari Dybala, Smalling, Zalewski e Matic in campo, e poi anche l'ingresso di Abraham, tradottisi soltanto in un'ammucchiata senza sbocchi, a parte l'inutile gol di Belotti nel recupero.

Senza qualità, la Roma ha incassato il rigore (netto) di Dessers nel primo tempo, dopo un madornale errore di Kumbulla, e l'ex del Feyenoord che si è preso una sua personale rivincita su chi l'aveva battuto nella finale di Conference. È anche andato ad esultare sotto la curva sud, scatenando l'ira dei giocatori romanisti. La ripresa è cominciata con l'autogol di Celik sull'iniziativa di Pickel, la Cremonese ha poi tenuto il campo e gicoato con buona personalità mentre la Roma può solo recriminare su un'occasione fallita da Smalling. Per il resto, buio completo e tanta delusione da parte del pubblico, che già si vedeva in finale di Coppa anche se gli avversari, compresa la Cremonese, bisogna prima affrontarli.

Mourinho: «Primo tempo orribile, eliminazione giusto. Zaniolo? La proprietà è stata chiara»

«Zaniolo? Non voglio commentare. La proprietà è stata chiara». Lo ha detto Josè Mourinho a Mediaset a chi chiedeva un commento alla lettera aperta di Zaniolo all'ANSA. Sull'eliminazione dalla Coppa Italia 'Moù dice invece che «paghiamo un primoi tempo orribile, di livello molto basso. Nella ripresa c'è un altro errore individuale che fa 2-0, poi dai miei c'è stata una buona reazione, ma loro si difendevano bene e noi non avevamo fortuna. Potevamo segnare prima, ma io ho imparato a non piangere sulle sconfitte». Fatti complimeni alla Cremonese «per una grande vittoria, prima contro il Napoli e poi contro di noi, hanno meritato di essere in semifinale», Mourinho torna sul tema, a lui caro, della rosa della sua Roma che giudica 'cortà: «fa fatica a giocare con le rotazioni e fatica a giocare tre gare in una settimana. Ma con un primo tempo giocato così, abbiamo meritato l'eliminazione». Mentre a chi gli chiede se fosse pentito di non aver messo i titolari, risponde: «Se oggi Paulo avesse giocato titolare e poi si fosse infortunato, se fossimo in semifinale ma non avessimo Dybala per un mese sarebbe stato un problema». «Ô un pò strano che giochiamo di nuovo sabato, mi hanno detto che domenica c'è il rugby - aggiunge - e che lunedì non possiamo giocare perché il campo sarà distrutto. Purtroppo, se cambio i giocatori e la squadra non va bene è un problema, se non li cambio e si fanno male è sempre un problema. Ma dopo più di mille partite da allenatore devo essere obiettivo: abbiamo fatto un primo tempo orribile, abbiamo giocato male e la colpa è di tutti, non voglio buttare colpe addosso ai giocatori». 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 2 Febbraio 2023, 00:04

© RIPRODUZIONE RISERVATA